Controlli dei Carabinieri di Giugliano insieme al Nucleo Cinofili: 4 persone in manette

Controlli dei Carabinieri di Giugliano insieme al Nucleo Cinofili: 4 persone in manette

Blitz in un’abitazione di Calvizzano contro lo spaccio di droga. Nell’operazione sono state eseguite anche delle ordinanze nei confronti di alcuni pregiudicati


Blitz in un’abitazione di Calvizzano contro lo spaccio di droga. Nell’operazione sono state eseguite anche delle ordinanze nei confronti di alcuni pregiudicati e denunciate 6 persone 

AREA NORD – I carabinieri della compagnia di Giugliano, diretti dal capitano Antonio De Lise, insieme ai colleghi del nucleo cinofili di Sarno (SA) hanno svolto uno specifico servizio di controllo del territorio ad “alto impatto” finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa, con perquisizioni e controlli di pregiudicati della zona, in particolare hanno:

– arrestato:

. per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti Pezzella Nicola, 28 anni, residente a Calvizzano, incensurato, trovato in possesso a casa di 33 stecchette di hashish, per un peso complessivo di 91 grammi, che alla vista dei carabinieri ha tentava di disfarsene gettandola nel water, di un bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento dello stupefacente e 20 euro in denaro contante, ritenuti provento d’illecita attività;

. un 30enne di Melito di napoli, già noto alle forze dell’ordine, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip del tribunale di Napoli nord per atti persecutori. in particolare l’uomo è gravemente indiziato che da marzo a settembre scorso ha perseguitato l’ex fidanzata, una 24enne di Marano di Napoli, ingenerando nella donna stati di ansia e paura che avevano compromesso il normale svolgimento della sua quotidianità;

. Mendola Angelo, 46 anni, residente a Qualiano, già noto alle forze dell’ordine, destinatario di un’ordinanza di aggravamento degli arresti domiciliari ai quali era sottoposto per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio, emessa dalla corte d’appello di Palermo, che disponeva la custodia in carcere del 46enne, a seguito delle ripetute violazioni accertate dai carabinieri di Qualiano;

. Cammisa Stefano, 24 anni, residente a Frattamaggiore, già noto alle forze dell’ordine, destinatario di un’ordinanza di aggravamento dell’obbligo di presentazione alla pg, a cui era sottoposto per furto aggravato, emessa dalla corte d’appello di Napoli, che disponeva la custodia agli ai domiciliari, a seguito delle ripetute violazioni accertate dai carabinieri di Sant’Antimo;

– denunciato in stato di libertà:

. per possesso di arnesi atti allo scasso un 38enne ed un 42enne di Napoli Pianura, già noti alle forze dell’ordine, sorpresi a Marano a bordo di un fiat doblò in possesso di numerosi attrezzi e grimaldelli idonei allo scasso che gli sono stati sequestrati;

. per furto di energia elettrica un 23enne, un 33enne, un 40enne ed un 26enne tutti di Qualiano, per aver realizzato allacci abusivi alla rete pubblica.

Pezzella Nicola è stato sottoposto agli arresti in attesa di rito direttissimo, Mendola Angelo è stato tradotto nel carcere di Poggioreale, Cammisa Stefano e il 30enne sono stati sottoposti agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità giudiziaria.