Droga ed evasione dai domiciliari, arresti a Qualiano e Melito

Droga ed evasione dai domiciliari, arresti a Qualiano e Melito

In manette due pushers che spacciavano in piazza Rosselli ed al Parco Monaco. Preso anche un 44enne evaso che aveva fornito falsa


In manette due pushers che spacciavano in piazza Rosselli ed al Parco Monaco. Preso anche un 44enne evaso che aveva fornito falsa identità ai carabinieri 

AREA NORD – Continuano i servizi straordinari di controllo del territorio da parte dei carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania diretti dal capitano Antonio De Lise. Questa volta i militari hanno tratto in arresto 3 persone (due in flagranza di reato e una su provvedimento dell’Autorità giudiziaria).

In manette Emanuele Re, 20 anni, residente a Qualiano in via Campana e già noto alle forze dell’ordine, resosi responsabile di detenzione e spaccio di stupefacenti. Il giovane è stato sorpreso dagli operanti durante un servizio di osservazione organizzato in piazza Rosselli mentre cedeva una confezione di marijuana (un grammo) a un 19enne del luogo che è stato segnalato quale assuntore di stupefacenti.

La sua perquisizione personale ha poi portato al rinvenimento e sequestro di altre 8 confezioni di marijuana (10 grammi).

Arrestato anche Francesco Palmieri, 44 anni, residente a Qualiano in via Pirandello, già noto alle forze dell’ordine e resosi responsabile di evasione e di falsa attestazione a un pubblico ufficiale sulla propria identità.

Attualmente agli arresti domiciliari per furto aggravato in concorso, è stato sorpreso a Melito di Napoli mentre transitava per via Madrid alla guida della sua audi a4.

Alla vista dei militari si è dato alla fuga venendo comunque raggiunto e bloccato dopo breve inseguimento. Subito dopo ha fornito ai militari dell’arma le generalità del fratello, con l’intento di evitare l’arresto, ma è stato smascherato.

Arrestato, infine, Antonio Parolisi, 23 anni, residente a Melito sul Corso Europa e già noto alle forze dell’ordine, raggiunto da ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip di Napoli Nord per detenzione e spaccio di stupefacenti concordando con attività investigativa dei carabinieri: il 19 ottobre era stato sorpreso nel Parco Monaco a Melito mentre dava vita ad attività di spaccio, accertata nel corso di un servizio di osservazione, riuscendo a dileguarsi al momento dell’intervento dei militari.

Re e Palmieri sono in attesa di rito direttissimo. Parolisi è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.