Entrano in un bar per ordinare una birra e poi estraggono la pistola. In manette due rapinatori

Entrano in un bar per ordinare una birra e poi estraggono la pistola. In manette due rapinatori

I malviventi sono stati riconosciuti grazie alle immagini di videosorveglianza del locale. I fatti risalgono allo scorso dicembre HINTERLAND – In due


I malviventi sono stati riconosciuti grazie alle immagini di videosorveglianza del locale. I fatti risalgono allo scorso dicembre

HINTERLAND – In due entrano in un bar, ordinano una birra, poi estraggono una pistola e rapinano esercizio e clienti. I carabinieri della Tenenza di Cercola hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Nola su richiesta della locale Procura, nei confronti di Francesco Leonardo, 36enne di Caivano (Na), e Francesco Esposito, 24enne Napoletano, entrambi già noti alle forze dell’Ordine, perché ritenuti responsabili di rapina a mano armata.

La sequenza della rapina viene ripresa dalle telecamere dell’esercizio: sono le sei del mattino del 16 dicembre scorso. Leonardo e Esposito entrano nel bar fingendosi clienti. Si guardano attorno e ordinano una birra. Il barista versa la birra e la porge ai presunti clienti. Appena finito di bere Esposito estrae rapidamente una pistola semiautomatica, mette il colpo in canna e, con il complice, rapina l’incasso e i clienti in quel momento nell’esercizio.

Attraverso l’acquisizione delle immagini, le indagini e i riscontri, i carabinieri della Tenenza di Cercola identificano i due responsabili. Leonardo e Esposito sono soggetti già conosciuti dalle Forze dell’Ordine, nonché recidivi per reati specifici. Tant’è che la misura cautelare li raggiunge all’interno del Centro Penitenziario di Napoli Secondigliano, dove sono già reclusi per altri procedimenti penali.