Giugliano, il Parco Archeologico di Liternum verso l’affidamento in custodia

Giugliano, il Parco Archeologico di Liternum verso l’affidamento in custodia

Amministrazione comunale al lavoro per affidare il sito all’Associazione Nazionale Carabinieri. L’assessore Grauso: “Importante passo per il rilancio” GIUGLIANO – Il sito


Amministrazione comunale al lavoro per affidare il sito all’Associazione Nazionale Carabinieri. L’assessore Grauso: “Importante passo per il rilancio”

GIUGLIANO – Il sito archeologico “Antica Liternum” di Lago Patria verso l’affidamento in custodia all’Associazone Nazionale Carabinieri, ente che raggruppa volontari ed ex militari dell’Arma o ancora in servizio.

L’area si estende su circa 80.000 mq, di cui 61.464 mq di proprietà del Comune di Giugliano e la restante superficie della Città Metropolitana (ex Provincia).

Il Responsabile del Servizio Patrimonio e Beni Confiscati, dopo la delibera di Giunta comunale n. 29 del 15 ottobre scorso che ha disposto l’affidamento per una durata di 6 mesi all’associazione, ha predisposto l’apposita convenzione. La firma – fanno sapere degli uffici Corso Campano – potrebbe avvenire entro un decina di giorni.

Per l’assessore Grauso si tratta di “un importante passo verso il rilancio dell’importante sito. Con la ANC ci sentiamo ben tutelati”.

Come si legge nel documento, gli obiettivi sono: “Conservazione e valorizzazione socio-culturale del Parco Archeologico nel rispetto della storia del luogo; apertura al pubblico allo scopo di proiettare su scala territoriale la fruizione del sito come nuovo polo di interesse all’interno dei percorsi archeologici della zona flegrea; mobilità pedonale all’interno del sito come percorso ricreativo e culturale, che si relazioni con le caratteristiche storiche”.

Nello schema di convenzione sono riportati anche gli obblighi dell’Associazione Nazionale Carabinieri: “sovrintendere all’attività di manutenzione dell’area; eseguire in modo continuativo le attività che attengono alla cura del luogo; osservare tutte le direttive dell’Amministrazione Comunale e quelle vincolanti della Soprintendenza per i Beni Archeologici, per il perseguimento degli interessi pubblici del Parco nonché a garantire l’esercizio ispettivo del personale dell’Amministrazione Comunale e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali”.

Il Comune di Giugliano si farà carico, invece, delle utenze (fornitura idrica ed energia elettrica), manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti e cura del verde.

Dopo anni di abbandono ed incuria, Liternum è pronta a risplendere?