I Casalesi spacciavano a Giugliano e dintorni. Smantellato nuovo gruppo criminale

I Casalesi spacciavano a Giugliano e dintorni. Smantellato nuovo gruppo criminale

Le indagini coordinate dalla DDA di Napoli hanno portato all’arresto di 19 persone. Legami di parentela anche con i “Girati” di Secondigliano


Le indagini coordinate dalla DDA di Napoli hanno portato all’arresto di 19 persone. Legami di parentela anche con i “Girati” di Secondigliano

HINTERLAND – Una vasta operazione è stata eseguita stamani a seguito di una complessa indagine (LEGGI) svolta dai Carabinieri di Grazzanise e dalla Polizia di Caserta (coordinati dalla DDA di Napoli) e relativa ad attività estorsive ai danni di commercianti attraverso attraverso l’imposizione di gadget pubblicitari. L’attività investigativa, condotta dal novembre 2013 ad oggi, ha permesso di ricostruire l’organigramma di un nuovo gruppo operativo-criminale riconducibile al clan dei Casalesi. 19 indagati sono finiti in manette.

Esistevano due nuclei ben organizzati: uno diretto da Luigi Alamaro (in foto), alias “Salvatore”, operante sulla piazza di spaccio di Napoli e dintorni, e l’altro facente capo a Ettore Pacifico e Vincenzo Chiarolanza, operante a Casal di Principe e Villa Literno.

Il gruppo di Alamaro si occupava della distribuzione di droga, sopratutto cocaina, ed aveva delle basi a Napoli, Giugliano, Sant’Antimo, Melito, Aversa e comuni limitrofi. Nel traffico illecito erano coinvolte diverse persone che si occupavano della distribuzione sul territorio.

Il gruppo Pacifico-Chiarolanza si rivolgeva invece ad Almaro per acquistare la droga da smerciare nella zona di Casal di Principe, Villa Literno, Grazzanise e Bellona, anche qui attraverso una fitta rete di pushers.

Gli investigatori hanno scoperto anche diversi legami di parentela con i clan camorristici di riferimento, ovvero i Casalesi ed i “girati” del gruppo Leonardi della Vannella Grassi, dove gli emissari dei Casalesi acquistavano la droga.

Vengono contestati complessivamente 700 episodi di spaccio. Tra gli arrestati 15 sono finiti in carcere ed altri 4 ai domiciliari. Le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione e spaccio al dettaglio di droga.

I NOMI DEGLI ARRESTATI: 

In carcere: Alamaro Luigi; Baazaoui Abdelmonam; Chiarolanza Vincenzo; De Vivo Marco; Del Sole Carmela; Del Sole Rosa; Della Corte Domenico; Frascogna Guido; Gravante Cristina; Imbriani Rosaraia; Necci Franco; Orefice Addolorata; Pacifico Ettore; Pacifico Giuseppe; Russo Domenico

Ai domiciliari: Attianese Ciro; Bencivenga Fabio; Della Cioppa Michele; Della Volpe Luisana.