Marano, convocato per il 5 novembre il Consiglio comunale interrotto dalla furia di Bertini

Marano, convocato per il 5 novembre il Consiglio comunale interrotto dalla furia di Bertini

In aula si discuterà sulla revoca della delibera consiliare con cui venne approvata l’esternalizzazione del servizio idrico MARANO – Si terrà il 5


In aula si discuterà sulla revoca della delibera consiliare con cui venne approvata l’esternalizzazione del servizio idrico

MARANO – Si terrà il 5 novembre la continuazione del Consiglio comunale tenutosi l’otto ottobre ed interrotto a causa della furia dell’ex sindaco Bertini, che scaraventò in aria i microfoni ferendo l’addetto all’audio (LEGGI QUI). All’ordine del giorno, come da prassi ormai, una serie di delibere consiliari proposte dall’opposizione.

Tra queste la più importante è quella che revoca, in autotutela, la delibera consiliare votata a febbraio, con la quale l’assise approvava l’esternalizzazione del servizio idrico (LEGGI). Nella prossima seduta consiliare l’opposizione proporrà anche la costituzione di una commissione consiliare per l’aggiornamento dello Statuto Comunale, l’istituzione della consulta per le persone diversamente abili, la predisposizione di un piano per eliminare le barriere architettoniche e infine l’azzeramento e la ricostituzione di tutte le commissioni.

La maggior parte delle proposte, nonostante l’evidente utilità per i cittadini, saranno probabilmente bocciate dalla maggioranza. Quest’ultima, come appare evidente dagli ultimi Consigli comunali, sembra infatti più preoccupata a non far passare nessuna proposta avanzata dall’opposizione piuttosto che a valutare la fattibilità e l’importanza delle varie indicazioni. Questa volta si spera almeno che i consiglieri di maggioranza rispondano alle critiche della minoranza, senza “nascondersi” dietro il parere degli assessori.