Mugnano, murales per la legalità alla scuola intitolata a Giancarlo Siani

Mugnano, murales per la legalità alla scuola intitolata a Giancarlo Siani

La realizzazione è partita stamani. Verrà coperta la scritta “Stampa Infame”.  Il sindaco Sarnataro: “Solo tramite la cultura, la conoscenza e l’informazione


La realizzazione è partita stamani. Verrà coperta la scritta “Stampa Infame”.  Il sindaco Sarnataro: “Solo tramite la cultura, la conoscenza e l’informazione si può essere liberi”

MUGNANO – Questa mattina gli alunni della Giancarlo Siani hanno iniziato la realizzazione di un murales per la legalità sul muro di cinta della scuola. Il progetto nasce da un protocollo d’intesa tra l’istituto scolastico “Siani”, il Comune di Mugnano e l’associazione culturale Let’s Think.

murales 1Il murales, che andrà a coprire la scritta vandalica “Stampa Infame”, sarà realizzato da 100 studenti della scuola Siani aiutati e coadiuvati dall’associazione Let’s  Think. “In questi giorni – spiega il presidente dell’associazione, Gianluca Di Maro – utilizzeremo pennelli e pittura come strumento di comunicazione, per abbattere il muro di indifferenza, degrado, ingiustizia a favore dei valori della legalità, giustizia sociale e libertà”.

Il progetto, che si concluderà entro il 4 novembre, nasce da un’idea della dirigente scolastica, Maria Micelisopo, e della referente alla legalità, Angela Mallardo: “Abbiamo pensato a quest’iniziativa per commemorare il 30° anniversario della morte di Giancarlo Siani e il 20° anniversario dell’intitolazione del nostro istituto al giornalista ucciso dalla camorra. Il nostro obiettivo – spiegano –  è quello di offrire alle nuove generazioni un modello di integrità e un esempio di impegno civico e sociale”.  Gli fanno eco gli assessori alle Politiche dell’Infanzia e alla Legalità, Mariarosaria Di Guida e Daniela Puzone, presenti all’evento, e l’assessore alla Cultura e all’Istruzione Mario Imbimbo: “Come Amministrazione siamo orgogliosi di aver partecipato a questo progetto. Ci auguriamo che i valori della libertà, dell’onestà, della legalità, di cui Giancarlo Siani era ed è tuttora espressione, possano guidare la formazione e l’educazione dei nostri ragazzi.Oggi poniamo un’altra piccola pietra per costruire una comunità solidale che lotta contro la camorra e ogni altra forma di violenza”.

Soddisfazione è stata invece espressa dal sindaco Luigi Sarnataro: “E’ fondamentale che fin da piccoli i nostri giovani vengano cresciuti ed educati nel segno della legalità e del rispetto. Bisogna sempre ricordare che soltanto tramite la cultura, la conoscenza e l’informazione si può essere realmente liberi”.

(comunicato stampa)