Mugnano, Villa Rodari: 10 anni di vergogna (GUARDA IL VIDEO)

Mugnano, Villa Rodari: 10 anni di vergogna (GUARDA IL VIDEO)

Sprechi e di cattiva amministrazione hanno ridotto questo ex spazio verde in una pericolosa discarica a cielo aperto MUGNANO – Vergogna. È questa


Sprechi e di cattiva amministrazione hanno ridotto questo ex spazio verde in una pericolosa discarica a cielo aperto

MUGNANO – Vergogna. È questa la prima parola che viene in mente guardando il video amatoriale che è stato girato all’interno di Villa Rodari e poi pubblicato su un gruppo Facebook. Per gli abitanti della zona lo scempio della villetta è cosa nota, ma questo video certifica ulteriormente la gravità  dello stato in cui versa la villetta comunale adiacente le palazzine di Via Di Vittorio.

Il video. Attraverso le immagini si può chiaramente vedere che quella che una volta era uno spazio di socialità, è diventato uno spazio pericoloso dove vengono gettati tutti i tipi di rifiuti, i tombini sono diventati delle buche e la vegetazione cresce in maniera incontrollata. E la beffa più grande è che a quest’area  può avere accesso chiunque – compresi bambini – perchè sono stati rubati persino i cancelli e secondo alcuni testimoni, durante i giorni in cui si svolge il mercato, la villetta viene usato come un bagno pubblico dai lavoratori delle bancarelle.

Gli sprechi. Sono quasi dieci anni che villa Rodari vive abbandonata a se stessa e vandalizzata, eppure qualche anno fa le cose sembravano cambiare: nel 2013 alcuni movimenti civici, tra cui la lista  Mugnanofutura di cui fa parte il vicesindaco Palma, avevano riacceso la luce su questo spazio verde al punto che l’allora Commissario Prefettizio Claudio Vaccaro aveva stanziato un investimento di oltre 180.000 € per la riqualificazione della villetta a cui andavano aggiunti anche i 150.000 €, provenienti dal fondo provinciale, per la costruzione delle “case dell’acqua”.

Naturalmente tutti questi provvedimenti sono rimasti lettera morta, ma i 180.000 € allora furono messi a bilancio e dunque la domanda sorge spontanea: dove sono finiti quei soldi?

Nuova amministrazione. Con la fine del commissariamento e l’avvento del nuovo sindaco Luigi Sarnataro, che durante la sua campagna ha spinto molto sul recupero degli spazi verdi, sembra essersi aperto un nuovo capitolo per la villetta di Via Di Vittorio: il 9 luglio del 2015 si è aperta la gara d’appalto per i lavori di riqualificazione, a spuntarla è stata la ditta EDIL.BI.AN COSTRUZIONI di Casoria. Il costo totale dei lavori dovrebbe aggirarsi all’incirca sui 90.000 € che graveranno interamente sulle casse comunali e dovrebbero essere completati entro 90 giorni dall’apertura del cantiere.