Offensiva dei carabinieri alla criminalità. Sottratte armi ai “soldati” della camorra

Offensiva dei carabinieri alla criminalità. Sottratte armi ai “soldati” della camorra

Controlli a tappeto da parte dei militari dell’Arma a Napoli. In manette presunto affiliato ai Mazzarella . Rinvenuta anche una mitraglietta in


Controlli a tappeto da parte dei militari dell’Arma a Napoli. In manette presunto affiliato ai Mazzarella . Rinvenuta anche una mitraglietta in un altro punto della città 

NAPOLI – Nella giornata di ieri, nei quartieri a sud e in centro, i carabinieri hanno svolto dei servizi straordinari di controllo del territorio con posti di controllo, ispezioni di immobili e aree condominiali nonchè perquisizioni nelle abitazioni di soggetti già noti, effettuate prevalentemente per la ricerca di armi e stupefacenti.

A San Giovanni a Teduccio i militari della compagnia di Poggioreale hanno arrestato in flagranza di reato Vincenzo Cozzolino, 33enne, residente in via Molino del Salice, già noto e ritenuto affiliato al clan camorristico dei “Mazzarella” attivo in provincia e in città, resosi responsabile di detenzione illegale di arma da sparo clandestina.

Appena i militari hanno bussato alla porta di Cozzolino lui si è sporto dalla finestra sul retro e ha lanciato fuori una pistola e un caricatore. Gli operanti avevano comunque preventivamente cinturato la palazzina per cui lo hanno visto e hanno recuperato l’arma e le munizioni: una potente pistola semiautomatica beretta 92fs calibro 9×21 e il relativo caricatore con 15 colpi.

In via Pallonetto a Santa Lucia, invece, gli uomini del nucleo operativo della compagnia centro ispezionando alcuni giardini condominiali hanno trovato nella intercapedine di un muro una mitraglietta calibro 9×21 con 10 colpi nel caricatore, trovato inserito.

Entrambe le armi, pronte all’uso e sottratte ai soldati dei clan, sono state sequestrate e inviate al raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche per le necessarie perizie balistiche utili a riscontrare l’eventuale utilizzo in recenti raid di camorra.

Dopo le formalità di rito Cozzolino è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

LE ARMI SEQUESTRATE: 

DSC04713-1  20151019_115459