Ombre sull’affidamento di piscina e palazzetto: annullati i bandi

Ombre sull’affidamento di piscina e palazzetto: annullati i bandi

Dopo le polemiche sulla proroga e le modifiche ad alcune offerte arriva la decisione della dirigente del Settore  GIUGLIANO – Gli affidamenti


Dopo le polemiche sulla proroga e le modifiche ad alcune offerte arriva la decisione della dirigente del Settore 

GIUGLIANO – Gli affidamenti in concessione di piscina comunale e palazzetto dello sport diventano un nuovo caso. Lo scorso 3 agosto erano stati pubblicati i relativi bandi.

Il 25 settembre però, a poche ore dalla chiusura, sono stati rideterminati i termini di scadenza con una proroga di 15 giorni a causa di un errore sul sito del Comune che non avrebbe permesso la giusta pubblicità alle procedure (inserite nell’archivio – si disse – e non nella sezione “gare in corso”). Una delle società, nel frattempo, ha modificato un’offerta (per la piscina) ed un’altra ha invece presentato un plico di integrazione a quello che era già pervenuto (per il PalaSport). La vicenda ha sollevato così alcune polemiche e oggi è arrivata dunque la decisione della dirigente Mailyn Flores.

“Alla luce di più approfondite considerazioni – si legge nelle due determine pubblicate stamani – le motivazioni finalizzate a giustificare la decisione adottata il giorno della scadenza di prorogare il termine, non sono risultate a posteriori sufficienti e indubbiamente comprovate da riscontri oggettivi inequivocabili. Ritenuto che la mancata e adeguata motivazione della proroga concessa, per di più nel giorno di scadenza del bando, abbia inficiato in modo non rimediabile l’intera procedura di gara anche per il vulnus prodotto alla par condicio dei concorrenti”.

E’ tutto da rifare quindi per l’affidamento delle strutture di via Casacelle e via Epitaffio.