Omicidio Dell’Aversana, fermati un maranese ed un rom di Giugliano

Omicidio Dell’Aversana, fermati un maranese ed un rom di Giugliano

Si tratta di Gianfranco Gallotti e di Glico Sejdovic, che sarebbe dovuto essere ai domiciliari: era invece al campo rom di Scampia


Si tratta di Gianfranco Gallotti e di Glico Sejdovic, che sarebbe dovuto essere ai domiciliari: era invece al campo rom di Scampia

AVERSA – Glico Sejdovic, rom residente a Giugliano, e Gianfranco Gallotti, di Marano, rispettivamente a sinistra e a destra della composizione fotografica frutto del lavoro del collega Nicola Baldieri. Sono loro i due accusati per la morte di Italia Dell’Aversana, rapinata e poi travolta da una vettura la mattina del 6 ottobre nei pressi dell’ospedale Moscati di Aversa.

Sono stati arrestati dai carabinieri del reparto territoriale di Aversa grazie alle ricerche sugli IMEI di alcuni cellulari rubati dalla coppia, tra cui proprio quello dell’ultima vittima, la cui scomparsa ha destato profondo dolore in tutta la città. Glico Sejdovic era agli arresti domiciliari presso il campo rom di Giugliano, ma è stato rintracciato e fermato in quello di Scampia proprio a bordo della stetta macchina usata per rapinare ed investire Italia Dell’Aversana: in essa gli uomini dell’arma hanno infatti ritrovato altri effetti personali della donna.