Operazione dei carabinieri contro l’illegalità diffusa nel giuglianese: 6 arrestati e 1 denunciato

Operazione dei carabinieri contro l’illegalità diffusa nel giuglianese: 6 arrestati e 1 denunciato

Spaccio di droga, stalking, maltrattamenti, evasione dai domiciliari, truffa e furto di energia elettrica. I controlli e le perquisizioni hanno interessato diversi comuni


Spaccio di droga, stalking, maltrattamenti, evasione dai domiciliari, truffa e furto di energia elettrica. I controlli e le perquisizioni hanno interessato diversi comuni dell’Area Nord 

HINTERLAND – Continuano i controlli a tappeto dei carabinieri della compagnia di Giugliano, diretti dal capitano Antonio De Lise. E’ stato effettuato ancora una volta, infatti, uno specifico servizio di controllo del territorio finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa, con perquisizioni e controlli di pregiudicati della zona. In particolare sono finiti in manette:

– per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio D’isidoro Giuseppe, 48 anni, già noto alle forze dell’ordine, sorvegliato speciale e Verde Carmela, 32 anni, incensurata, entrambi residenti a Sant’antimo, trovati in possesso nella loro abitazione su via Germania di 12 stecchette di hashish, del peso complessivo di 23,5 grammi, 3 confezioni di marijuana, del peso complessivo di 5 grammi, 3 buste contenente, rispettivamente, 25, 45 e 50 grammi di marijuana, divisa in confezioni, 2 pugnali lunghi 26 e 39 cm e 110 euro in denaro contante, ritenuti provento d’illecita attività

– per stalking un 30enne di Melito di Napoli, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso e bloccato a Marano di Napoli nei pressi dell’abitazione della ex fidanzata, una 24enne del luogo, mentre tentava la fuga immediatamente dopo averla minacciava di morte. con successive verifiche i carabinieri hanno accertato che da circa 6 mesi il 30enne perseguita la ex con pedinamenti, appostamenti, controlli, comunicazioni e molestie telefoniche, ingenerando nella stessa stati di ansia e paura che hanno compromesso il normale svolgimento della sua quotidianità.

– maltrattamenti e lesioni un 26enne di Mugnano di Napoli, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso e bloccato a Mugnano su via Madonna delle Grazie, immediatamente dopo che, al culmine di una lite per futili motivi, aveva picchiato a calci e pugni la sua fidanzata, una 33enne di Giugliano in Campania. la vittima è stata medicata dai sanitari dell’ ospedale San Giuliano per lesioni guaribili in 20 giorni. Con successive verifiche i carabinieri hanno accertato che da circa un anno, durante la loro relazione sentimentale, la 33enne in piu’ occasioni è stata picchiata senza alcun motivo.

– Chirivino Mario, 39 anni, residente a Melito di Napoli, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso in stato di evasione dagli arresti domiciliari ai quali era stato sottoposto per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti, mentre passeggiava su via Lussemburgo;

– Cacciapuoti Giuseppe, 56 anni, residente a Giugliano in Campania, già noto alle forze dell’ordine raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla corte d’appello di Ancona, dovendo espiare la pena residua di 8 mesi e 20 giorni di reclusione, per truffa e contraffazione, commessi a fermo e Civitanova marche nel 2002 e 2004.

– denunciato in stato di libertà per furto di energia elettrica un 56enne, algerino, senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine, in quanto nella sua abitazione aveva realizzazione un allaccio abusivo alla rete pubblica;

D’isidoro Giuseppe e Cacciapuoti Giuseppe sono stati tradotti nel carcere di Poggioreale, mentre gli altri arrestati sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.