Picchia la fidanzata e le ruba il cellulare per non farla chiamare i carabinieri, arrestato un mugnanese

Picchia la fidanzata e le ruba il cellulare per non farla chiamare i carabinieri, arrestato un mugnanese

Vasta operazione dei carabinieri di Giugliano che hanno arrestato anche un 81enne per lesioni e sequestro di persona MUGNANO – I carabinieri


Vasta operazione dei carabinieri di Giugliano che hanno arrestato anche un 81enne per lesioni e sequestro di persona

MUGNANO – I carabinieri della compagnia di Giugliano hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio predisposto su tutta l’area di competenza per contrastare fenomeni d’illegalità diffusa. Gli interventi hanno portato anche a 2 arresti (uno in flagranza di reato e l’altro in esecuzione di un ordine restrittivo) nonché a 8 denunce in stato in libertà per reati vari.

Uun 31enne di Mugnano, già noto alle forze dell’ordine, è stato tratto in arresto per rapina e per minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Nel corso di perquisizione della sua casa su via Pietro Nenni i carabinieri l’hanno trovato in possesso del telefonino della sua ex fidanzata 30enne alla quale l’uomo aveva sottratto l’oggetto con violenza e minaccia per impedirle di chiamare le forze dell’ordine dopo averla picchiata. Quando i carabinieri sono arrivati nella sua casa il 31enne ha opposto resistenza per sottrarsi all’arresto, minacciando verbalmente i militari.

Arresto anche per Giuseppe Santopaolo, 81 anni, residente a Mugnano in via Ada Negri e già noto alle forze dell’ordine, raggiunto da un’ordine di carcerazione domiciliare emesso dal tribunale di sorveglianza di Napoli (dovrà espiare la pena residua di 2 anni, 5 mesi e un giorno di reclusione per lesioni aggravate, sequestro di persona, violenza privata, resistenza a pubblico ufficiale e porto illegale di armi commessi a Mugnano il 06.07.2011).

Nel contesto sono stati invece denunciati in stato di libertà:
un 23enne di Giugliano che aveva tentato di rubare parti di autovetture in un autodeposito su via Selva piccola;
una 49enne e un 35enne di Calvizzano – titolari di un minimarket e un caseificio – che stavano sottraendo energia elettrica tenendo dei magneti sopra i contatori installati dalla socità erogatrice nelle loro attività;
5 utenti della strada di Napoli, Marano, Qualiano, Mugnano e Giugliano sorpresi alla guida di altrettante autovetture senza aver conseguito la patente.