Presentato a Giugliano il “Comitato per l’Imprenditoria Femminile”

Presentato a Giugliano il “Comitato per l’Imprenditoria Femminile”

A sostenere l’iniziativa c’era anche la senatrice del Pd Carloni: “Progetto valido perché tenere le donne ferme è un fattore di sottosviluppo”.


A sostenere l’iniziativa c’era anche la senatrice del Pd Carloni: “Progetto valido perché tenere le donne ferme è un fattore di sottosviluppo”. La presidente di Impresiamo Tecla Magliacano: “Saremo presenti in tutta la Campania”

GIUGLIANO – E’ stato presentato stamani presso la sede via Aniello Palumbo il “Comitato per l’Imprenditoria Femminile”, che si occuperà di dare supporto alle imprenditrici rappresentandole anche nei tavoli istituzionali ed alle donne che vogliono aprire nuove attività dando ausilio per accedere ai fondi per le start-up.

A sostenere l’iniziativa con la presidente Caterina Marrone e la vice-presidente Dora Ripoli c’erano anche la presidente di Impresiamo Tecla Magliacano e la senatrice del Pd Anna Maria Carloni.

“Il nostro obiettivo – ha spiegato la presidente del neonato Comitato  – è quello di fornire mezzi e strumenti per fare impresa. Vogliamo restare sul territorio e cercare di emergere ma non ci occuperemo solo di imprenditorialità. A novembre, ad esempio, organizzeremo anche una giornata dedicata alla salute ed alla prevenzione”.

12189949_10208325460359652_1945261050768790515_n“Da anni c’è un’idea di uguaglianza tra uomo e donna – ha aggiunto la vice-presidente Ripoli – ma nella pratica incontriamo ancora molti ostacoli. Spero che attraverso il nostro lavoro riusciremo a far emergere le idee delle donne”.

La presidente di Impresiamo, associazione di riferimento del Comitato, ha spiegato poi che l’iniziativa coinvolgerà tutta la Regione Campania. “La sede è a Giugliano per un valore affettivo – ha detto Tecla Magliacano – ma lavoreremo su tutto il territorio regionale. Saremo presenti in tutti i tavoli istituzionali perché sindacato e politica devono lavorare a braccetto. Per uscire dalla grave crisi lo sviluppo deve ripartire dal Mezzogiorno. Auspichiamo che in questo percorso ci accompagni anche qualche uomo”.

Grande soddisfazione è stata espressa infine dalla parlamentare del Partito Democratico. “Sono felice di poter partecipare – ha dichiarato la senatrice Carloni – perché di iniziative simili non ce ne sono molte. Per quanto riguarda l’impresa femminile oggi le cose sono cambiate molto. Per ottenere delle leggi in passato abbiamo fatto grandi lotte e non sono mai state delle politiche facili. Tenere le donne ferme in un determinato settore rappresenta un fattore di sottosviluppo. Questo quindi è un progetto valido”.