Marano, partita l’occupazione del Levi. Gli studenti: “Consapevoli dei rischi”

Marano, partita l’occupazione del Levi. Gli studenti: “Consapevoli dei rischi”

A nulla è servita l’opera di prevenzione fatta ieri dai carabinieri che avevano invitato i ragazzi a non occupare l’istituto MARANO – E’


A nulla è servita l’opera di prevenzione fatta ieri dai carabinieri che avevano invitato i ragazzi a non occupare l’istituto

MARANO – E’ stato occupato questa mattina, senza troppo clamore, il liceo Carlo Levi. Nonostante l’opera di prevenzione svolta ieri dai carabinieri della locale tenenza, gli studenti – soprattutto ragazze – del Levi hanno deciso comunque di occupare, ben consapevoli delle eventuali denunce che possono scattare nei loro confronti.

“Occupiamo contro la Buona Scuola di Renzi – ha spiegato Ursula, 19 anni, rappresentante d’istituto – Al centro di questa occupazione c’è il dialogo e l’informazione, vogliamo discutere anche di quello che sta succedendo dopo l’attacco a Parigi del 13 novembre. Protestiamo anche per le condizioni pessime in cui versa la struttura, in particolar modo la succursale in cui diverse aree sono inagibili”.

I militari dell’Arma hanno già preso tutti i nominativi degli studenti presenti all’occupazione, che poi verranno inviati in Procura per iniziare l’iter del caso. “I carabinieri ci hanno spiegato i nostri diritti e doveri – spiega Ursula – Sappiamo a cosa andiamo incontro dal punto di vista penale, ma da qui non ce ne andiamo”.