Arte ed impegno sociale in scena a Qualiano con la mostra Art Projects

Arte ed impegno sociale in scena a Qualiano con la mostra Art Projects

Tema della prima edizione, organizzata nella sede della Casa del Popolo, è stato lo sfruttamento QUALIANO – Grosso successo nella sede della


Tema della prima edizione, organizzata nella sede della Casa del Popolo, è stato lo sfruttamento

QUALIANO – Grosso successo nella sede della Casa del Popolo a Qualiano per la mostra “Art Projects Qualiano”. Arte ma anche impegno sociale. Tema scelto per questa prima edizione “Lo sfruttamento”.

I giovani artisti, tutti del territorio, hanno portato in scena foto, sculture, disegni e tele che hanno riscosso apprezzamento tra i numerosi ospiti presenti al vernissage. Tra questi il direttivo al gran completo della Casa del Popolo e lo scrittore Franco Cacciapuoti ai quali abbiamo chiesto di raccontarci l’evento e presentarci le opere dei giovani autori.

“Più che altro è stato un esperimento sociale. L’evento, si è svolto in un’atmosfera impregnata d’intimità. Colonna sonora dell’evento le note di un piano suonato da Alessandro Avolio. I ragazzi dell’Associazione “Casa del Popolo” hanno saputo riportate a Qualiano qualcosa che non si vedeva, ormai, da diversi decenni e di cui, decisamente, si sentiva la mancanza.

E’ stata un’ottima rappresentazione di opere d’arte figurative, di artisti, magari non famosissimi, ma ricchi di talento. Luca Califano era presente con le sue sculture fatte di materiale riciclato, Antonio Ciro Avolio con i suoi disegni, Eduardo Rocca con toccanti dipinti e i Quackside in un’esposizione di fotografie per un esperimento social”.

Ovviamente il direttivo spera di poter al più presto replicare, magari in piazza come in un primo momento si era pensato, tempo permettendo. “Il nostro obiettivo – incalza Dario Cibelli, uno dei responsabili – è rendere la mostra itinerante in modo da poter offrire una vetrina a giovani artisti del nostro territorio. E credo che il risultato sia stato ottimo. Al di sopra di ogni aspettative. Grazie al lavoro d’equipe di tutto il direttivo”.