A Giugliano scuole in rivolta contro Renzi. Occupati Galvani, De Carlo e Minzoni

A Giugliano scuole in rivolta contro Renzi. Occupati Galvani, De Carlo e Minzoni

I tre istituti manifestano contro la riforma voluta dal Governo. Alla mezza osservato un minuto di silenzio per le vittime degli attentati


I tre istituti manifestano contro la riforma voluta dal Governo. Alla mezza osservato un minuto di silenzio per le vittime degli attentati francesi

GIUGLIANO – Istituti superiori in rivolta in tutto l’hinterland giuglianese. L’ITI Galvani e il Liceo Scientifico De Carlo di via Marchesella occupati questa mattina dagli studenti per dire “no” alla riforma della “buona scuola” voluta dal governo di Matteo Renzi. Alla protesta si sono aggiunti anche i ragazzi del Isituto Commerciale G. Minzoni di via Bartolo Longo. Non si sono registrati disordini.

La decisione dei rappresentanti di istituto, di concerto con gli studenti, è stata adottata soprattutto sull’onda delle manifestazioni della scorsa settimana e degli scontri in piazza a Napoli. Non si conosce la durata dell’occupazione, che probabilmente durerà fino al mese di dicembre, a ridosso delle vacanze natalizie. L’euforia del momento è stata interrotta soltanto alla mezza, quando i ragazzi hanno osservato un minuto di silenzio in omaggio delle vittime degli attentati di Parigi del 13 novembre.