Caseificio di Villa Literno sversava rifiuti in un canale. Due denunciati

Caseificio di Villa Literno sversava rifiuti in un canale. Due denunciati

La scoperta dei Carabinieri grazie al rinvenimento di un grosso tubo di scarico. I liquami non erano sottoposti ad alcun trattamento di


La scoperta dei Carabinieri grazie al rinvenimento di un grosso tubo di scarico. I liquami non erano sottoposti ad alcun trattamento di depurazione

VILLA LITERNO – Liquami sversati in un canale. Durante un servizio svolto dai carabinieri di Villa Literno nelle campagne del posto, veniva notato, occultato sottotraccia, un grosso tubo di scarico che andava a riversare all’interno del canale denominato “Amore”. I Carabinieri, seguendo la traccia del tubo, individuavano l’accesso all’unica attività casearia presente in zona, di rilevanti dimensioni, articolata su circa 20.000 metri quadri ed effettuavano un accesso insieme al personale ARPAC di Caserta.

caseificio2LA SCOPERTA. Durante l’ispezione notavano una vasca di accumulo dei reflui proveniente dalle attività di trasformazione del latte, all’interno della quale vi era la presenza di un by-pass che conduce i reflui, non sottoposti ad alcun trattamento di depurazione, in un tubo corrugato, terminante proprio nel canale “Amore”, distante dal caseificio circa due chilometri.

DUE DENUNCIATI. Al termine degli accertamenti, i militari dell’Arma deferivano in stato di libertà l’amministratore ed il socio del caseificio i quali si rendevano responsabili della violazione di gestione non autorizzata dello smaltimento delle acque di lavorazione poiché, senza le prescritte autorizzazioni, tramite impianto di scarico abusivamente creato, smaltivano acque di lavorazione industriale nel “canale cavone Amore” senza effettuare il dovuto trattamento di depurazione.