Consiglio comunale in corso, protesta dei disoccupati e degli studenti

Consiglio comunale in corso, protesta dei disoccupati e degli studenti

Tra i punti all’ordine del giorno il piano sicurezza e la valorizzazione delle strade rurali. Momenti di imbarazzo e tensione durante l’intervento


Tra i punti all’ordine del giorno il piano sicurezza e la valorizzazione delle strade rurali. Momenti di imbarazzo e tensione durante l’intervento di Nicola Palma

GIUGLIANO – E’ in corso il quinto consiglio comunale dell’era Poziello. Tra i punti all’ordine del giorno, oltre al piano sicurezza per la città, la sistemazione e la riqualificazione delle strade rurali (via Pagliaio del Monaco e via Arco Sant’Antonio); l’approvazione del progetto definitivo per la realizzazione di una strada di collegamento tra il commissariato di Polizia di Giugliano e l’Asse Mediano e, infine, la discussione di proposte per la valorizzazione e la commemorazione della figura di Giambattista Basile.

Presenti in aula consiliare anche alcuni gruppi di manifestanti. Si tratta di degli studenti dell’Ipsia Marconi e di una delegazione del Movimento Lavoratori e Disoccupati Giuglianesi. I ragazzi del Marconi espongono anche cartelli e scritte con cui rivendicano il diritto allo studio. Momenti di imbarazzo e tensione in aula consiliare si sono registrati durante l’intervento del consigliere d’opposizione Nicola Palma, che ha accusato il sindaco di aver copiato il suo programma da quello di altre città del Centro-Nord (LEGGI ).

La protesta. Diversi i motivi della protesta. Un’esponente del Movimento Disoccupati ha protestato per il mancato rilascio dei buoni libro  per gli studenti della scuola media Basile centrale. “Se non studiano, diventano leve della criminalità e della camorra. Bisogna garantire l’istruzione obbligatoria anche ai più poveri”, ha denunciato la donna. L’interruzione provocata dalla manifestante ha spinto il presidente del Consiglio Comunale a chiedere l’intervento della Municipale. I ragazzi dell’Ipsia Marconi, invece, reclamano a gran voce interventi strutturali per l’istituto, che versa in condizioni di fatiscenza. In merito al problema sollevato dagli studenti, il sindaco Antonio Poziello ha replicato spiegando che la situazione è in fase di stallo e si attende lo sblocco dei fondi da parte della Città Metropolitana.

GUARDA IL VIDEO: