Consiglio, rinviata la discussione sulla sicurezza. Poziello sul Basile: “2016 anno di eventi”

Consiglio, rinviata la discussione sulla sicurezza. Poziello sul Basile: “2016 anno di eventi”

Dibattito molto accesso in diverse occasioni. Polemiche soprattutto sui contributi alle associazioni. L’opposizione: “Serve più trasparenza” GIUGLIANO – E’ stato ancora una


Dibattito molto accesso in diverse occasioni. Polemiche soprattutto sui contributi alle associazioni. L’opposizione: “Serve più trasparenza”

GIUGLIANO – E’ stato ancora una volta un consiglio comunale molto accesso e contraddistinto da varie accuse tra le parti. Una seduta fiume durata ad oltranza fino al pomeriggio che si è infuocata sui due temi principali: sicurezza e valorizzazione della figura di Giambattista Basile.

I lavori sono iniziati con un minuto di silenzio per le vittime degli attentanti terroristici a Parigi. Poi una serie di interventi prima di introdurre l’ordine del giorno: quello di Nicola Palma del M5S sul presunto caso di copia e incolla nelle linee programmatiche (LEGGI), di Francesco Guardascione del Pd sullo stato difficoltà dell’ospedale San Giuliano (tema che andrà discusso nel prossimo consiglio), e di Franco Carlea del gruppo ex Ndc in ricordo del professor Francesco Granata, ex consigliere comunale scomparso poche settimane fa. “Avremmo dovuto ricordarlo con gli onori che il cerimoniale riserva ai rappresentanti della città che lasciano la vita terrena. – ha detto Carlea – Gli affanni che ci hanno visti coinvolti come amministratori appena insediatici, nelle soluzione dei problemi della collettività ci hanno distratto dal rendere il doveroso omaggio commemorativo. Colgo pertanto, – ha aggiunto l’ex esponente Ncd – l’occasione per chiedere al sindaco di nominare così come previsto dal regolamento il Cerimoniere onde evitare che in futuro possano ripetersi tali spiacevoli inconvenienti”. Da registrare, inoltre, la protesta di disoccupati e studenti in Aula (LEGGI).

SICUREZZA. Sul tema della sicurezza cittadina, dopo la preoccupante escalation criminale, erano giunte due proposte, una della maggioranza a firma dei consiglieri Andrea Guarino e Rosario Ragosta (“Istituzione commissione speciale sicurezza urbana e contrasto alla criminalità) ed una delle forze di opposizione (LEGGI). Alla fine il sindaco Poziello ha proposto di unire le due cose ed inviarle alla conferenza dei capigruppo che, con la partecipazione dello stesso primo cittadino e l’assessore alla Legalità Adolfo Grauso, elaborerà un documento unico. “Il consiglio comunale deve dire No alla camorra e all’illegalità senza dividersi”, ha dichiarato Poziello.

poziello aula
Il sindaco Antonio Poziello

COMMEMORAZIONE BASILE. Per il 450esimo anniversario delle nascita del celebre favolista ben 5 proposte sono state presentate dal consigliere Vincenzo Basile di Fratelli d’Italia: creazione Parco delle Fiabe a Lago Patria; un consiglio comunale aperto con la lectio magistralis di un docente; rappresentazioni teatrali nelle scuole; premio biennale internazionale  per la trasposizione delle fiabe dello scrittore ed infine una statua in piazza Gramsci. Solo quest’ultima è stata accolta quasi all’unanimità. Sul tema è stata invece approvata integralmente la proposta del sindaco di istituire un osservatorio scientifico per indirizzare gli eventi per la valorizzazione della figura del famoso scrittore. “Tutto il 2016 sarà dedicato al Basile. – ha detto il primo cittadino – Ho già chiesto contributo e patrocinio alla Regione Campania e verrà realizzato anche un francobollo commemorativo. Penso pure alla creazione di una fondazione con sede nella chiesa del Purgatorio. Giugliano nel 2016 può diventare come Salerno con le luci d’artista ed essere finalmente la città della fiaba. Le iniziative dedicate a Giambattista Basile durante l’anno saranno almeno 26”.

POLEMICHE SUI CONTRIBUTI. Dall’opposizione sono arrivate alcune critiche che hanno infiammato il dibattito. Alcuni rappresentati della minoranza (Nicola Palma ed Alfonso Sequino in particolar modo) hanno chiesto maggiore trasparenza nella concessione dei contributi alle associazioni. Il capogruppo del centrodestra Sequino ha chiesto nello specifico di vederci chiaro sull’utilizzo delle somme a disposizione per il Natale dopo il prelievo dei circa 190mila euro dal fondo di riserva. Perplessità, infine, sono state espresse da Anna Russo di Cambiamenti ed ancora da Sequino sulle reali competenze dei soggetti che operano nell’organizzazione di eventi.