Emergenza criminalità esclusa dal prossimo consiglio. La minoranza chiede un’integrazione

Emergenza criminalità esclusa dal prossimo consiglio. La minoranza chiede un’integrazione

Protocollata stamani una richiesta per inserire nell’ordine del giorno anche una discussione sulla sicurezza cittadina dopo gli ultimi preoccupanti episodi GIUGLIANO –


Protocollata stamani una richiesta per inserire nell’ordine del giorno anche una discussione sulla sicurezza cittadina dopo gli ultimi preoccupanti episodi

GIUGLIANO – E’ un’emergenza molto sentita in città. Furti e rapine sembrano essere diventati ormai quotidianità, baby-gang scatenate che aggrediscono anche la Polizia Municipale e di recente si è messa pure la camorra che è ritorna a sparare. Da non sottovalutare, inoltre, anche le numerose infrazioni al codice della strada e le minacce al sindaco apparse sui muri.

Il tema della sicurezza, però, al momento non è tra i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale che si terrà il prossimo 12 novembre. Si discuterà delle linee programmatiche del sindaco, degli eventi in onore del Basile, dell’acquisizione di un bene confiscato e di altri punti relativi al bilancio ma non di sicurezza ed emergenza criminalità.

La richiesta era stata avanzata dalla minoranza già nel corso del question time del 24 settembre scorso ma il tema è rimasto  comunque fuori dagli argomenti della prossima riunione dell’Assise cittadina.

Stamani, dunque, il capogruppo del centrodestra Alfonso Sequino ha protocollato una nuova istanza, indirizzata al presidente del consiglio Luigi Sequino, per chiedere un’integrazione ed inserire all’ordine del giorno anche un punto dedicato a “Discussione ed eventuali proposte sulla sicurezza cittadina”.

Tra i firmatari sono rappresentati tutti i partiti d’opposizione.