Giallo di Sant’Antimo, l’uomo morto è un 60enne di Frattamaggiore

Giallo di Sant’Antimo, l’uomo morto è un 60enne di Frattamaggiore

Identificato il cadavere ritrovato in Corso Europa. Si chiamava Giovanni Gallifuoco. Si era allontanato dalla famiglia una decina di anni fa. Resta


Identificato il cadavere ritrovato in Corso Europa. Si chiamava Giovanni Gallifuoco. Si era allontanato dalla famiglia una decina di anni fa. Resta il mistero sulle cause del decesso

SANT’ANTIMO – Identificato l’uomo trovato cadavere ieri mattina in Sant’Antimo. Si chiamava Giovanni Gallifuoco, 62 anni, di Frattamaggiore, pochi precedenti penali, allontanatosi dalla sua famiglia una decina di anni fa. L’identificazione è avvenuta grazie alla comparazione delle sue impronte digitali con quelle raccolte nel data base degli schedati.

Il cadavere dell’uomo era stato ritrovato ieri nella rampa d’accesso di un parcheggio di una palazzina in costruzione su Corso Europa. La scoperta era stata fatta dal proprietario dello stabile, che poco dopo le 7 era sceso in garage per guidare una macchina agricola. Adesso, dopo l’indentificazione, sarà più semplice per gli investigatori risalire alle cause del decesso. Si opta per una caduta accidentale, ma alcune escoriazioni e una ferita alla fronte tengono in piedi il giallo sulla morte dell’uomo.