Giugliano, boss latitante si nascondeva sulla fascia costiera. Scoperto ed arrestato

Giugliano, boss latitante si nascondeva sulla fascia costiera. Scoperto ed arrestato

Blitz all’alba dei carabinieri. L’uomo stava dormendo con la moglie. Ora è finito in cella GIUGLIANO – Beccato un latitante che si


Blitz all’alba dei carabinieri. L’uomo stava dormendo con la moglie. Ora è finito in cella

GIUGLIANO – Beccato un latitante che si nascondeva sulla fascia costiera. Era ricercato dall’inizio del 2015 perché si era dato “alla macchia” per sfuggire a un ordine di carcerazione ma i carabinieri della stazione di Varcaturo l’hanno individuato e preso nella cittadina nell’hinterland a nord di Napoli, dove aveva pensato di trovare rifugio.

Si tratta di Francesco Iadonisi, 51 anni, ritenuto a capo dell’omonimo gruppo camorristico operante per il controllo degli affari illeciti a Fuorigrotta.

I militari dell’Arma l’hanno “scovato” all’alba di oggi in una casa al pianterreno su via Grotta Dell’Olmo, con ingresso indipendente.

Quando i carabinieri hanno fatto irruzione trovandolo a dormire insieme alla moglie non ha opposto resistenza né tentato la fuga, lasciandosi pacificamente ammanettare.

Adesso dovrà espiare un residuo pena di 2 anni e 7 mesi per il reato di associazione di tipo mafioso.

Dopo le formalità di rito è stato tradotto nel centro penitenziario di Secondigliano.