Giugliano, Francesco Iovinella: “Debiti non nostri. Minoranza arrogante”

Giugliano, Francesco Iovinella: “Debiti non nostri. Minoranza arrogante”

Il capogruppo di Giugliano Libera replica alle accuse dell’opposizione: “Non ci prestiamo ai loro giochetti. Le responsabilità sono di tutti” GIUGLIANO – Animi


Il capogruppo di Giugliano Libera replica alle accuse dell’opposizione: “Non ci prestiamo ai loro giochetti. Le responsabilità sono di tutti”

GIUGLIANO – Animi tesi stamani in consiglio comunale (LEGGI) con la seduta che alla fine è stata sciolta per mancanza di numero legale. La discussione si è accesa su due temi: debiti fuori bilancio e commemorazione del Basile. Dall’opposizione sono arrivate molte critiche verso la maggioranza, accusata in particolare di mancanza di confronto e scarsa trasparenza.

Il consigliere comunale Francesco Iovinella, capogruppo di “Giugliano Libera”, respinge però tutte le accuse della minoranza.

“Le sentenze purtroppo di condanna del Comune cui corrispondono i debiti fuori bilancio che abbiamo approvato – spiega Iovinella –  sono sentenze per fatti risalenti al 2008/2010. Anni in cui questa amministrazione non aveva responsabilità né di manutenzione né di custodia della rete stradale. Quindi sostanzialmente ci siamo assunti la responsabilità di una ‘colpa’ non nostra, ma di un’amministrazione diversa da questa. Noi ne subiamo le conseguenze oggi e ce le assumiamo”.

“La maggioranza – continua – non si presta ai giochetti della minoranza. Abbandonano l’aula volendo far cadere solo ed esclusivamente su di noi la responsabilità. Entrano ed escono come se stessimo al bar e non in un’aula di consiglio comunale. Poi per il punto del Basile su una proposta che fino a questa mattina non c’era nulla agli atti pretendono di discutere la proposta, c’è una commissione che sta lavorando in sinergia tra maggioranza e minoranza, convocando professori e titolati nel parlare del Basile”.

“Le responsabilità sono di tutti. – sottolinea poi l’esponente della maggioranza – Siamo stati chiamati ad amministrare non a fare a scarica barile. Le sentenze di condanna a carico del Comune sono per fatti successi quando ad amministrare c’era chi oggi era fuori dall’aula, hanno quindi una doppia responsabilità. Mi dispiace e mi scuso con i cittadini – conclude Iovinella – che hanno visto e sentito in qualche video l’atteggiamento arrogante e di volgarità nel linguaggio di qualche consigliere. Poi vogliamo parlare di cultura e del Basile”.