Giugliano, spaccatura in FdI: sabato in città il vice della Meloni e il presidente provinciale

Giugliano, spaccatura in FdI: sabato in città il vice della Meloni e il presidente provinciale

Assemblea per discutere dei problemi del partito. Emanuele Bifaro: “Svanito il percorso intrapreso negli ultimi mesi. Così Fratelli d’Italia rischia di scomparire”


Assemblea per discutere dei problemi del partito. Emanuele Bifaro: “Svanito il percorso intrapreso negli ultimi mesi. Così Fratelli d’Italia rischia di scomparire”

GIUGLIANO – Si terrà il prossimo sabato 28 novembre al Corso Campano (in quella che probabilmente diventerà la nuova sede) un’assemblea di Fratelli d’Italia. Sarà presente Giovanni Donzelli, direttore nazionale dell’esecutivo di Fratelli d’Italia (praticamente il vice del leader nazionale Giorgia Meloni) e Arturo Sorrentino, presidente provinciale. L’incontro è stato voluto ed organizzato da Emanuele Bifaro, esponente del direttivo di Gioventù Nazionale e candidato più votato dei Fratelli d’Italia alle ultime amministrative a Giugliano. Tra gli organizzatori c’è anche il segretario locale de “La Destra” Antonio Arzillo.

12243393_10206372395163104_890431423067245774_nNonostante le quasi mille preferenze Bifaro è rimasto fuori dal consiglio comunale. Da lì sono partiti alcuni dissidi che hanno poi portato ad una vera e propria spaccatura interna. Molti ricorderanno infatti del “caso Basile”: il candidato sindaco decise di mantenere l’unico seggio nonostante una presunta promessa pre-elezioni (LEGGI).

Sabato, dunque, sarà l’occasione per discutere dell’operato recente del partito e porre l’attenzione sulle varie incomprensioni che si sono susseguite negli ultimi mesi.

“Il problema non è solo il mio mancato ingresso in consiglio, – spiega Bifaro – ho richiesto più volte una riunione al partito ma non è stata mai concessa. Fratelli d’Italia ha fatto una scelta in campagna elettorale e pensavamo potesse essere una guida per il centrodestra, ma così non è stato perché il partito è assente sul territorio. Avevamo fatto una scelta chiara per caratterizzarci. Ora il percorso fatto negli ultimi anni è svanito anche se abbiamo un consigliere comunale. Sabato discuteremo di come si sta ponendo il partito nei confronti dell’amministrazione e delle scelte che sta facendo in consiglio comunale”.

“Le scelte del dopo ballottaggio, – aggiunge – come la composizione del gruppo consiliare e la sede comune con altre forze d’opposizione in via Marconi, non sono mai state prese d’accordo con il resto del partito. Questa non è una cosa giusta, soprattutto verso i candidati che si sono impegnati ed hanno fatto scattare il seggio in consiglio comunale. Così Fratelli d’Italia a Giugliano sparisce”.

“Vogliamo porre questi problemi e recuperare l’identità del partito. Serve un ricambio generazionale, – conclude Bifaro-  non anagrafico ma nel modo di fare politica”.