In provincia di Napoli l’indice più alto di Comuni in dissesto o sciolti per camorra: ecco i dati

In provincia di Napoli l’indice più alto di Comuni in dissesto o sciolti per camorra: ecco i dati

Lo studio è stato pubblicato sul sesto Atlante dell’Infanzia di Save the Children HINTERLAND – Sono a dir poco negativi i dati pubblicati


Lo studio è stato pubblicato sul sesto Atlante dell’Infanzia di Save the Children

HINTERLAND – Sono a dir poco negativi i dati pubblicati nella sesta edizione dell’Atlante dell’Infanzia (a rischio) di Save the Children. Dai dati emerge chiaramente come i bambini del mezzogiorno abbiano non solo meno opportunità rispetto agli altri, ma soprattutto meno diritti.

Dai dati emerge chiaramente che la situazione dei minori della provincia di Napoli è tra le peggiori d’Italia. Basti pensare che il 32 per cento dei minori, nella sola provincia di Napoli, vive in comuni in dissesto o riequilibrio finanziario, come Marano.

Comuni gravati insomma da così tanti debiti da non poter garantire ai loro cittadini i servizi indispensabili. Il 36,2 per cento dei minori, sempre in provincia di Napoli, ha vissuto negli ultimi anni in Comuni sciolti per camorra, tra questi non mancano la città di Quarto (2 scioglimenti), Marano (1 scioglimento) e Giugliano.

Non va meglio sul fronte della dispersione scolastica e delle politiche sociali: in campania, infatti, ben il 20 per cento dei minori non va a scuola ed i comuni spendono pro capite per i servizi sociali destinati a famiglie con minori soltanto 42 euro, rispetto ai 113 che vengono spesi nel resto d’Italia.