Mallardo, torna in libertà Marino Sessa. Restano alla sbarra Di Nardo e Amicone

Mallardo, torna in libertà Marino Sessa. Restano alla sbarra Di Nardo e Amicone

La decisione è stata presa dai giudici per decorrenza dei termini della custodia cautelare. Ora li attende il processo di appello GIUGLIANO


La decisione è stata presa dai giudici per decorrenza dei termini della custodia cautelare. Ora li attende il processo di appello

GIUGLIANO – Scarcerato Marino Sessa, considerato un reggente del clan Mallardo. Sessa affronterà quindi il processo da uomo libero. La decisione dei giudici è stata presa per decorrenza dei termini di custodia cautelare. Stessa decisione anche per Giulio Amicone e Michele Di Nardo, che però restano in carcere perché imputati in altri processi.

In primo grado Sessa è stato condannato a 9 anni e 2 mesi con rito abbreviato. Amicone a 8 anni e 5 mesi e Di Nardo, tradito da una foto su Facebook postata dalla fidanzata che interruppe la sua latitanza, è stato condannato a 8 anni. Tra pochi giorni dovranno affrontare il processo di appello. Sono imputati per associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e traffico di stupefacenti.