Marano, le periferie abbandonate di cui ci si ricorda solo in campagna elettorale

Marano, le periferie abbandonate di cui ci si ricorda solo in campagna elettorale

Ieri la maggioranza ha bocciato la richiesta dell’opposizione di istituire due uffici distaccati del Comune a San Rocco e Torre Caracciolo MARANO –


Ieri la maggioranza ha bocciato la richiesta dell’opposizione di istituire due uffici distaccati del Comune a San Rocco e Torre Caracciolo

MARANO – Le periferie abbandonate, questo l’argomento che ha infiammato il Consiglio comunale, tenutosi nella serata di ieri, per circa due ore.

L’opposizione ha infatti portato in aula due delibere per istituire due uffici distaccati del Comune nelle popolose frazioni di San Rocco e Torre Caracciolo. La proposta dell’opposizione è stata però definita “assurda e fatta solo per recuperare qualche voto” dalla maggioranza targata Liccarado, che ha spiegato come non solo non vi siano le risorse (umane ed economiche) per istituire due uffici distaccati, ma come l’iniziativa sia inutile dato che il “70 per cento delle certificazioni che rilascia l’Ente ormai possono essere fatte in autocertificazioni”.

Risposte che non hanno “accontentato” l’opposizione. “Esistono cittadini di serie A e di serie B – ha tuonato il consigliere democratico Pasquale Coppola – poi bisognerà spiegare ai cittadini di periferia perchè pagano le stesse tasse di chi abita al centro senza avere gli stessi servizi”.

A nulla sono bastate le motivazioni e le rimostranze della minoranza, le due delibere non sono state votate dalla maggioranza. Le periferie, insomma, restano unicamente un bacino di voti di cui ci si ricorda solo in campagna elettorale.