Minacce alla moschea di Giugliano, la Polizia controlla i centri e sgonfia l’allerta terrorismo

Minacce alla moschea di Giugliano, la Polizia controlla i centri e sgonfia l’allerta terrorismo

Stamattina è stato controllato un altro centro d’accoglienza. Non è stato trovato nessun sospetto. Irregolarità solo nella cucina che è stata chiusa


Stamattina è stato controllato un altro centro d’accoglienza. Non è stato trovato nessun sospetto. Irregolarità solo nella cucina che è stata chiusa

GIUGLIANO – Dopo la testa di maiale e le scritte pro-Putin al centro islamico di via Marconi (LEGGI), la Polizia vuole evitare altri momenti di tensione e di intolleranza tranquillizzando la cittadinanza. Questo il senso dell’operazione scattata all’alba in un centro che ospita immigrati nella zona di Ponte Riccio. La struttura è gestita dell’associazione “Homo Diogene”.

controlli polizia centro accoglienzaGli agenti del locale commissariato coordinati dal primo dirigente Pasquale Trocino, con il supporto di unità anti-sommossa, hanno verificato la regolarità dei documenti di identità degli ospiti. Nessun problema in questo caso, tutti i richiedenti asilo presenti nella struttura sono schedati e rispettano l’iter previsto.

Nessuna allerta terrorismo, dunque, l’operazione rientra nei controlli di routine che eseguono le forze dell’ordine, intensificati ovviamente dopo l’allarme internazionale. Anche tutti i movimenti nella moschea vittima delle minacce, inoltre, sono costantemente sotto osservazione e non ci sarebbe alcun pericolo per l’ordine pubblico. Per il momento, quindi, pare non ci sia nessuna cellula jihadista in città pronta a colpire.

I poliziotti hanno poi esaminato tutta la struttura con la Scientifica ed hanno riscontrato irregolarità nelle cucine dove si preparano i pasti per gli immigrati. I locali sono stati completamente inibiti ed ora la situazione verrà approfondita con l’ufficio tecnico del Comune.