Paradossale a Giugliano: non c’è una stanza per la quarta commissione, lavori sospesi

Paradossale a Giugliano: non c’è una stanza per la quarta commissione, lavori sospesi

I lavori sospesi dopo la proposta dei consiglieri di maggioranza: “Siamo costretti a vagare per il comune”. Sotto accusa il presidente del consiglio


I lavori sospesi dopo la proposta dei consiglieri di maggioranza: “Siamo costretti a vagare per il comune”. Sotto accusa il presidente del consiglio comunale Luigi Sequino. Il documento all’interno dell’articolo

GIUGLIANO – A guardare il palazzone che ospita la casa comunale, può sembrare assurdo. Eppure un organo importante, come una commissione consiliare, non vi trova spazio. E’ quanto denunciato dagli stessi componenti in una lettera protocollata ed indirizzata al sindaco Poziello, al segretario Flores ed al presidente del consiglio comunale, Luigi Sequino.

Proprio quest’ultimo sarebbe nel mirino dei componenti della quarta commissione, che non si sentono  tutelati e garantiti dal suo operato. “Siamo costretti a vagare per il comune – dichiarano i consiglieri – ogni volta dobbiamo chiedere il favore a qualcuno per riunirci”.

Intanto, viene fuori che anche la terza commissione consiliare è costretta a vagare per le stanze del comune per cercare un posto in cui riunirsi – denunciano Anna Russo e Alfonso Sequino, che commenta la decisione dei colleghi: “Sono contento che il Presidente si sia finalmente imposto insieme alla sua maggioranza ed abbia adottato questa decisione. Questione di rispetto e dignità”.

Questo il testo del documento con cui si richiede una sede idonea:

Visto il verbale della seduta odierna ed avendo riscontrato da sempre la mancanza di idonei locali e strumenti per poter svolgere con naturalezza i lavori della Commissione e nonostante i perpetuati solleciti ed incontri avuti con i destinatari di tale epigrafe, i commissari firmatari decidono, all’unanimità dei presenti, la sospensione dei lavori della commissione scrivente dal giorno 17 novembre 2015 che rientrerà solo in caso di soluzione definitiva del problema.

Firmato Paolo Ciccarelli, Agostino Palumbo, Francesco Iovinella, Cristoforo Tartarone, Luigi Guarino, Alfonso Sequino.

commissione