Pd, presentata “Svolta a Sinistra”. E’ l’area degli anti-rottamazione giuglianesi

Pd, presentata “Svolta a Sinistra”. E’ l’area degli anti-rottamazione giuglianesi

Stamani si è tenuta la presentazione della nuova area interna fondata da De Vivo. Presenti i principali esponenti dem locali. Il vice-commissario


Stamani si è tenuta la presentazione della nuova area interna fondata da De Vivo. Presenti i principali esponenti dem locali. Il vice-commissario Pacilio: “Buoni auspici per il congresso”. L’on. Palma: “I dissidenti? Ex compagni”

GIUGLIANO – E’ stata presentata stamani al Borgo Meridiano la nuova area del PD denominata “Svolta a Sinistra”. Si tratta di una nuova corrente interna nata in vista del prossimo congresso che segnerà la fine della gestione commissariale del circolo locale.

La componente è stata fondata da Giovanni De Vivo, storico dirigente di Pci e Ds negli anni passati ed ora nel PD, e vanta già l’adesione di importanti esponenti del partito come Parisi ed i due ex sindaci Gerlini e Taglialatela. Potremmo definirla quindi la corrente degli “anti-rottamazione”, visto che anche nella statuto è riportata la frase “ringiovanimento non è sinonimo di rinnovamento”.

“Vogliamo riportare la discussione sull’aspetto politico ed essere costruttivi. – ha spiegato De Vivo – Questo gruppo vuole lavorare all’interno del partito e collaborare con gli organismi dirigenti. Nonostante le tante difficoltà avute dal commissario credo che nel suo complesso il lavoro sia stato buono, anche se su qualche punto non sono d’accordo, e la nomina di un vicario è un segnale di apertura al dialogo. Nel partito non tutto va rottamato e noi vogliamo fornire un supporto determinante ed attivo cercando di coinvolgere anche i giovani ed i nuovi iscritti. Riguardo alle espulsioni – ha aggiunto De Vivo – credo che vadano rispettate le regole e non capisco perché si è già perso tutto questo tempo. Invito il sindaco e gli altri a riportare la questione su termini politici ed a farci sapere quest’amministrazione da che parte sta e se le linee di indirizzo si ispirano ai punti cardine del PD”.

12193411_10208389360037104_9040415008383776586_nAlla conferenza di presentazione erano presenti anche tutti i vertici del partito locale come il commissario Peppe Russo, il vice Raffaele Pacilio, l’onorevole Giovanna Palma ed il capogruppo in consiglio Nicola Pirozzi. Un Pd, quindi, che prova ad allontanare le polemiche ed i veleni degli ultimi tempi.

IL VICE-COMMISSARIO PACILIO. “Lo stato di salute del Pd è buono perché c’è discussione politica. – ha affermato il neo commissario vicario Raffaele Pacilio – Quando ci sono temi e proposte, quindi, probabilmente ci sono anche soluzioni. E la città ha bisogno di soluzioni. Ringrazio tutti per aver appoggiato la mia nomina a commissario vicario. ‘Svolta a sinistra’ è una delle tante componenti all’interno del Partito Democratico, gruppi di persone di persone che si vogliono impegnare per ragionare di politica. Il Pd è la nostra casa è ovviamente guardiamo a sinistra. I dissidenti? Non tocca a me concentrare il ragionamento su caratteristiche statutarie che devono essere applicate, nell’una o nell’altra ipotesi. Non è questo oggi – ha aggiunto Pacilio – il tema che interessa a me. Ci dicano loro cosa è accaduto”.

L’ON. PALMA. L’iniziativa di De Vivo è stata apprezzata anche dall’on. Giovanna Palma. “Il Pd si avvia al congresso con i migliori auspici. – ha sottolineato la deputata – Sono contenta di essere qui oggi perché essendo un grande partito è composto di tante anime che sono un’occasione per parlare dei temi veri della nostra città. In questo momento abbiamo l’ambizione di dire cosa vogliamo di Giugliano e quali sono i temi veri.

“POZIELLO E GLI ALTRI? EX COMPAGNI”. Poi sulle espulsioni la parlamentare ha aggiunto: “I dissidenti sono ex-compagni che hanno deciso di votare contro il Pd, con il nostro grande rammarico, ma per me quella è acqua passata. Loro governano con persone con le quali noi non abbiamo nessun dialogo politico, sono persone di destra. A Giugliano non dobbiamo fare riforme costituzionali e quindi non abbiamo bisogno di larghe intese. Per le espulsioni c’è un iter procedurale preciso. Faremo un congresso vero e serio con quelli che hanno sostenuto il Pd, che attualmente è l’unico partito in città. Il nostro gruppo consiliare sta facendo un lavoro straordinario e c’è tanto da fare. Quello che voglio far capire a tutti è che nel Pd ci sono delle regole così come dimostra la vicenda Marino a Roma. Tra qualche mese – ha concluso la deputata Palma – queste persone (riferito ai seguaci di Poziello, ndr) non faranno più parte del partito a meno che non ci sia un indirizzo politico diverso. Non posso pensare a Giugliano un’alleanza con esponenti di destra”.

Pd Giugliano, ancora malumori per le scelte delcommissario Russo