Emergenza sicurezza a Giugliano, la minoranza: “Istituire una commissione speciale”

Emergenza sicurezza a Giugliano, la minoranza: “Istituire una commissione speciale”

La proposta è stata protocollata stamattina. “Non solo repressione, ridurre il disagio sociale e promuovere la cultura della legalità”. ECCO IL DOCUMENTO


La proposta è stata protocollata stamattina. “Non solo repressione, ridurre il disagio sociale e promuovere la cultura della legalità”. ECCO IL DOCUMENTO COMPLETO

GIUGLIANO – “La condizione di sicurezza e la sua percezione è direttamente collegata alle modalità con le quali le Istituzioni riescono ad offrire sicurezza e rassicurazione a tutti i cittadini, attraverso misure di prevenzione, di controllo del territorio e anche tramite politiche tese ad elevare la qualità della vita urbana”. E’ una delle considerazioni che si possono leggere nella proposta che la minoranza porterà nel consiglio comunale del 30 novembre, quando all’ordine del giorno ci sarà appunto anche il tema della sicurezza cittadina dopo gli episodi di crimini (furti e rapine) e violenze (come ad esempio l’aggressione al corpo di Polizia Municipale) avvenuti nelle ultime settimane e che stanno preoccupando non poco la cittadinanza.

Il documento, composto da quasi otto pagine, è stato protocollato quest’oggi ed è firmato da tutta la minoranza. Secondo l’opposizione, dunque, per debellare l’ondata di criminalità ed inciviltà che sta attanagliando la città, non serve solo l’aspetto repressivo ma anche la riduzione del disagio sociale. “Il problema – si sottolinea – richiede l’impostazione di nuovi modelli di governance della sicurezza urbana, che sappiano affiancare ai necessari interventi per la tutela e il ripristino dell’ordine e della sicurezza pubblica iniziative atte a favorire la vivibilità del territorio e a migliorare la qualità della vita quotidiana”.

La richiesta principale è quella di istituire, non oltre i 45 giorni dall’approvazione della delibera in questione, una “Commissione Speciale per la Sicurezza” in seno al consiglio comunale con compiti di garanzia e controllo su impiego Polizia Locale; integrazione ed aggregazione socio culturale, promozione della cultura della sicurezza e della legalità; progetti per contrastare l’inciviltà con attenzione a minori, fasce deboli ed attività di sottrazione alla devianza; collaborazione e coordinamento istituzionale tra Comune e Autorità Pubbliche e Statali della sicurezza cittadina; ed, infine, l’istituzione di un “osservatorio sulla sicurezza cittadina” con tutte le Autorità civili e militari che insistono sul territorio.

Si richiede, inoltre, di inviare una delegazione al Ministero dell’Interno per chiedere un aumento delle forze dell’ordine, potenziare il sistema di videosorveglianza, applicare un software per collegare le telecamere con il Comune e creare un coordinamento civico attraverso le associazioni di volontariato che abbiano nel loro statuto scopi quali sostegno alla persona, tutela dell’ambiente, salvaguardia del territorio e contrasto a tutte le forme di criminalità, con l’ausilio di Guardie Ambientali, Protezione Civile, Associazione Nazionale Carabinieri, Croce Rossa Italiana, ecc..

ECCO IL DOCUMENTO COMPLETO: 

SICUREZZA CC 301115 modificata