Tenta l’incasso di un assegno con documento falso: in manette una 28enne

Tenta l’incasso di un assegno con documento falso: in manette una 28enne

La donna ha tentato la truffa all’interno di un ufficio postale ma la cassiera, insospettita, ha allertato gli agenti che sono subito


La donna ha tentato la truffa all’interno di un ufficio postale ma la cassiera, insospettita, ha allertato gli agenti che sono subito giunti sul posto 

NAPOLI – Bloccata una truffatrice, il colpo non è andato come lei sperava. Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato Giovanna Di Giulio, napoletana di 28 anni, responsabile del reato di possesso di documento d’identificazione falso finalizzato alla truffa ed alla ricettazione.

Ieri mattina la donna si è presentata presso un ufficio postale di Corso Meridionale dove avrebbe voluto mettere a segno il suo colpo: ovvero riscuotere un assegno di diverse migliaia di euro con un documento d’identità falso.

Il titolo di credito era stato versato il 24 ottobre. Ieri mattina la Di Giulio, insieme ad un’altra donna ed un uomo, si è presentata per prelevarne l’interno importo pari a euro 3.641,77 euro operazione questa che avrebbe svuotato interamente il libretto. Tuttavia l’atteggiamento guardingo dei tre, il documento che presentava delle anomalie,  hanno insospettito la cassiera la quale assentandosi per alcuni minuti prima di chiudere l’operazione richiesta, ha consentito invece di avvisare la Sala Operativa e quindi subito sul posto una Volante.

I poliziotti quando hanno fermato le due donne fuori l’ufficio postale mentre l’uomo era riuscito a dileguarsi.

Gli agenti hanno riscontrato la falsità del documento che ha fatto scattare l’arresto e la contestuale denuncia della 28enne che stamani è in attesa dell’esito del giudizio direttissimo.

Per la complice invece non sono emersi elementi utili ad un suo eventuale coinvolgimento.