Violenza sulle donne, il 3 dicembre a Mugnano l’evento voluto dall’assessorato alle Pari Opportunità

Violenza sulle donne, il 3 dicembre a Mugnano l’evento voluto dall’assessorato alle Pari Opportunità

L’evento si terrà nell’aula consiliare alle 10 e 30 ed è stato organizzato in collaborazione con l’associazione Movimente MUGNANO – “Dalla parte


L’evento si terrà nell’aula consiliare alle 10 e 30 ed è stato organizzato in collaborazione con l’associazione Movimente

MUGNANO – “Dalla parte delle Donne”, questo il nome dell’evento contro la violenza sulle donne che si terrà il 3 dicembre. La manifestazione, organizzata dall’assessorato alle Pari Opportunità in collaborazione con l’associazione Movimente, si terrà all’interno dell’aula consiliare alle ore 10 e 30.

All’evento, moderato dall’assessore al ramo Mariarosaria Di Guida, interverranno Annamaria Schettino, presidente della Commissione Pari Opportunità, Felicia D’Elia, presidente dell’associazione Movimente, la psicologa Marianna Piccirillo, Patrizia Palumbo e Eloise D’Avino dell’associazione Dream Team e l’artista Teresa Barletta.

“L’iniziativa nasce da una sinergia tra donne con l’unico intento di difendere il genere femminile – spiega Annamaria Schettino, presidente della Commissione Pario Opportunità – Il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema così delicato. Le donne vanno rispettate, protette e qualora questo non accasa non devono avere paura di denunciare”. All’evento sono state invitate diverse insegnanti e anche una terza media della scuola Cirino.

“Abbiamo voluto la presenza delle scuole – dice l’assessore al ramo Mariarosaria Di Guida – perché siamo convinti che spesso la violenza sulle donne derivi da un retaggio culturale per il quale la donna è vista come un oggetto di proprietà dell’uomo. Riteniamo sia fondamentale che i ragazzi vengano da subito educati al rispetto di genere”.

All’evento parteciperà anche il sindaco Luigi Sarnataro: “Questo mese abbiamo messo in campo diverse iniziative, con l’aiuto di tante associazioni, per sensibilizzare quanto più possibile i cittadini su questo tema. La bella iniziativa del 3 dicembre non sarà certo l’ultima. Promuovere il rispetto per le donne rientra in quel processo di rivoluzione culturale che continua ad esser il nostro obiettivo”.