Per il Natale giuglianese presi 190mila euro dal fondo di riserva. Non saranno un po’ troppi?

Per il Natale giuglianese presi 190mila euro dal fondo di riserva. Non saranno un po’ troppi?

Si festeggeranno i 450 anni del Basile. L’opposizione chiede trasparenza nell’assegnazione dei finanziamenti GIUGLIANO – Comincia il mese di dicembre, Natale è


Si festeggeranno i 450 anni del Basile. L’opposizione chiede trasparenza nell’assegnazione dei finanziamenti

GIUGLIANO – Comincia il mese di dicembre, Natale è più vicino e con esso, a Giugliano, anche i festeggiamenti che quest’anno saranno imperniati sulla figura di Giambattista Basile, che il prossimo 15 febbraio spegnerà idealmente 450 candeline. Una vera e propria icona, inventore della fiaba e probabilmente l’esponente più illustre della giuglianesità. L’argomento in discussione in questi giorni, però, è molto più materiale: si parla di soldi, in particolare dei 190mila euro che verranno prelevati dal fondo di riserva del comune e destinati ai festeggiamenti.

Facciamo ordine. Il Fondo Riserva è, per legge, composto con una quota del bilancio comunale compresa tra lo 0,2% ed il 4,5%. A Giugliano, attualmente, ammonta a circa 476mila euro. Il 50% di questo fondo è vincolato a casi di straordinarietà, caratteristica normata per legge su determinati casi specifici; l’altro 50%, invece, può essere utilizzato sia per i casi di straordinarietà che per implementare il bilancio nella spesa corrente, ovvero quelle voci di spesa riferibili al Titolo 1 del bilancio comunale.

pozielloCon la delibera di giunta del 19 novembre (visualizzabile in fondo all’articolo) il dirigente del settore finanziario, Gerardo D’Alterio, dichiara di aver ricevuto nota da parte del sindaco Poziello per una variazione di bilancio di 190mila euro utili a “promuovere l’immagine della città, in occasione delle festività natalizie attraverso eventi di carattere culturale e di intrattenimento tese a rivitalizzare tanto il centro cittadino che la zona costiera”, esprimendo parere favorevole. Sindaco e Giunta possono quindi ratificare, deliberando lo stanziamento.

Nel Titolo 1 del bilancio, tra l’altro, c’è già un fondo Eventi di circa 49mila euro, che nel corso dell’anno è stato già utilizzato per diverse manifestazioni, risultando attualmente poco meno della metà della somma di partenza, ed andandosi a sommare ai 190mila euro stanziati dal fondo Riserva, per un totale di poco superiore ai 200mila euro.

sequinoLa polemica. Sindaco, Giunta e dirigente hanno ottemperato correttamente a tutti gli adempimenti burocratici, ma a far discutere è soprattutto l’entità della somma stanziata. Alla richiesta del consigliere comunale Alfonso Sequino, durante l’ultima assise, di un rendiconto dettagliato, il sindaco Poziello ha risposto impegnandosi ad inviare una nota completa ed esaustiva su tutte le voci di spesa. A tanti non piacquero i festeggiamenti a dir poco spartani decisi dai commissari, che investirono una somma esigua (circa 10mila euro), allo stesso tempo però pensare a celebrazioni che costino 20 volte tanto può lasciare qualche dubbio e qualche perplessità. Che il giusto sia nel mezzo?

palmaIl consigliere Nicola Palma ha chiesto di dare un indirizzo politico al dirigente del settore finanziario affinchè la distribuzione dei fondi avvenga attraverso avvisi pubblici con un regolare bando che preveda requisiti specifici, in modo da dare la massima trasparenza all’attribuzione degli stanziamenti. Chi nella precedente amministrazione sedeva tra i banchi della maggioranza, invece, ricorda una delibera di giunta con cui si stabiliva che – per essere regolari – le gare pubbliche dovessero avere almeno tre partecipanti, in modo da garantire la massima trasparenza.

Ancora uno spunto di riflessione: con un bilancio non certo florido e diverse necessità che non possono essere soddisfatte per mancanza di fondi, è opportuno spendere 200mila euro per i festeggiamenti? Quanta parte della città ne sarà coinvolta e, soprattutto, quanta ne beneficerà?

E allora ben venga una grande celebrazione che dia lustro alla città, incentivando turismo e commercio. Ma l’auspicio è che parte di questo fondo sia utilizzato anche per permettere alle tante famiglie giuglianesi disagiate di poter vivere un Natale un po’ migliore, con un occhio che doverosamente guardi al sociale.

509829_Testo delibera n.48

LEGGI ANCHE: Natale, Basile e il fondo di riserva: i commenti dei consiglieri