Marano, metà Consiglio comunale firma la mozione di sfiducia a Liccardo

Marano, metà Consiglio comunale firma la mozione di sfiducia a Liccardo

“Siamo di fronte – si legge nel documento firmato da 12 consiglieri di opposizione – ad un generale, inequivocabile e disastroso fallimento”


MARANO – Vuole mandare finalmente a casa il sindaco l’opposizione, ormai composta da esattamente metà Consiglio comunale ovvero 12 consiglieri, e vuole farlo preferibilmente entro Natale. Proprio per questa stamani i consiglieri di minoranza hanno protocollato la mozione di sfiducia verso il primo cittadino Angelo Liccardo.

Il motivo? “Un generale , inequivocabile e disastroso – così come si legge nel documento – fallimento politico, economico, gestionale, sociale, urbanistico, istituzionale e ancora sul fronte dei lavori pubblici, della scuola, delle tasse”. Per l’opposizione, ma anche per moltissimi cittadini, Liccardo insomma non ne ha “ingarrata” una, riuscendo a peggiorare le condizioni di una città lasciata già in pessime condizioni dagli ultimi due sindaci (Cavallo e Perrotta). La mozione verrà probabilmente votata prima di Natale, resta solo da capire se il voto sarà palese o segreto.