Marano, la maggioranza che non c’è: salta di nuovo il Consiglio comunale

Marano, la maggioranza che non c’è: salta di nuovo il Consiglio comunale

Il civico consesso è spaccato a metà e nessuno ha i numeri per governare: non ce li ha l’opposizione, che non riesce a far cadere il sindaco, e non ce li ha la maggioranza che sta in piedi solo grazie al voto del sindaco


MARANO – Rinviato a lunedì sera il Consiglio comunale previsto questa mattina. Il motivo? Sempre lo stesso: la mancanza del numero legale, che ormai già da qualche mese la maggioranza – se così vogliamo ancora chiamarla – targata Liccardo non riesce a garantire.

Da quando il primo cittadino ha infatti ritirato le dimissioni, grazie al passaggio di due consiglieri di opposizione, il civico consesso è esattamente spaccato a metà e a fare la differenza è unicamente il voto dello stesso sindaco, che in queste condizioni non può neanche godersi il Natale.

A Marano in pratica non governa nessuno, dato che nessuno ha in effetti i reali numeri per farlo: non ce li ha l’opposizione, che non riesce a far cadere il sindaco, e non ce li ha la maggioranza, che sta al governo soltanto in teoria. La situazione è anche abbastanza paradossale, se si ricorda che uno dei cavalli di battaglia del sindaco Liccardo durante il ballottaggio del 2013 contro Bertini era proprio che quest’ultimo, anche se avesse vinto, non avrebbe avuto i numeri per governare. Quest’anno insomma sembra proprio che Liccardo si appresti a passare un Natale abbastanza precario. Non ci resta altro da fare che aspettare il Consiglio comunale di lunedì e sperare che finalmente qualcosa si muova per la città.