“Accoltellato da un terrorista dell’ISIS”, poi la smentita: si è inventato tutto

“Accoltellato da un terrorista dell’ISIS”, poi la smentita: si è inventato tutto

Si sarebbe provocato da solo le ferite alla gola ed all’addome. La notizia di stamattina era stata rimbalzata da tutti i principali network ed aveva destato molta preoccupazione

@Raffaele Silvestri

PARIGI – La notizia era circolata stamattina, un insegnante di una scuola materna era stato accoltellato alla gola e all’addome da un uomo col volto coperto inneggiante all’ISIS. Poi la smentita: tutto finto, la presunta vittima dell’aggressione si è inventata tutto.

Il 45enne insegnante, che lavora nella scuola materna Jean Perrin di Aubervilliers, aveva inizialmente raccontato di essere stato preda di un terrorista che – verso le 7:30 – lo aveva colpito più volte dichiarando “Questo è per l’ISIS, è solo un avvertimento, non è che l’inizio”. Poi, interrogato dagli uomini della Gendarmerie francese, è crollato rivelando la verità.

Resta da capire il motivo del gesto, e se le ferite – non profonde – se le sia inferte da solo. In un clima di tensione ed odio, razziale e religioso, episodi come questo possono infiammare ancor più gli animi e sfociare in scontri su vasta scala. Ma, se non si tratta di un caso di mitomania o di altro tipo di patologie della psiche, forse l’obiettivo dell’insegnante bugiardo era proprio quello.

LEGGI ANCHE:

Ancora terrore a Parigi, insegnante accoltellato alla gola