Caso Jambo: minacciati i sindaci di Castel Volturno e di altre 3 città

Caso Jambo: minacciati i sindaci di Castel Volturno e di altre 3 città

Le carte delle ordinanze del caso Jambo mettono in luce il totale dominio politico dei casalesi nella zona del casertano e dell’agro-aversano


CASTEL VOLTURNO – Dalle ordinanze del caso “Zagaria-Jambo” continua ad emergere dettagli inquietanti che riguardano la ramificazione del clan dei Casalesi nella vita politica e economica di alcuni territori.

Secondo una dichiarazione di Massimiliano Caterino, ex esponente del gruppo Zagaria, alcune minacce al sindaco di Castel Volturno stavano per scatenare una guerra tra gli uomini di Bidognetti e quelli di Michele Zagaria.

Le minacce.  Caterino ha riferito che  le minacce ai sindaci di Castel Volturno, San Cipriano, Casapesenna e Casal di Principe, sarebbero tutte legate da un unico filo conduttore.

Contemporaneamente e a distanza di poco tempo, “un gruppo di ragazzi armati minacciarono i sindaci di San Cipriano, Casapesenna e Casale (tutte zone sotto la giurisdizione di Zagaria) in nome del clan Bidognetti”. Secondo la ricostruzione di Caterino questo atto sarebbe stata una ritorsione causata da un’analoga minaccia messa in campo dal gruppo rivale ai danni del sindaco di Castel Volturno.

La pace. Naturalmente Zagaria non accettò di buon grado un simile sconfinamento, ma per evitare una sanguinosa guerra di camorra che avrebbe danneggiato gli affari per entrambi i gruppi, si scelse la via della diplomazia: “si stabilì che gli stessi soggetti che avevano minacciato il candidato sindaco di Castel Volturno dovevano chiedere scusa allo stesso e non creare problemi per la candidatura a Castel Volturno e viceversa i bidognettinai che avevano minacciato i sindaci dei comuni di Casapesenna, Casale e San Cipriano dovevano fare lo stesso lasciando in pace i predetti sindaci”.

LEGGI ANCHE:

Blitz ai Casalesi, sequestrato il Jambo

Jambo, il centro commerciale nelle mani della camorra

Operazione Jambo, interviene anche la Bindi

Le mani di Zagaria sul Jambo

Operazione Jambo, il sindaco latitante già accusato da Iovine nel 2014

Jambo, quei terreni venduti a Zagaria sotto pressione del clan

Operazione Jambo, si costituisce Balivo. Ora tocca a Griffo

L’ipotesi: Michele Griffo ricoverato in una clinica svizzera

A Trentola arriva la commissione d’accesso