Giugliano, il Palazzetto diventa un caso giudiziario. Quattro ricorsi in un anno

Giugliano, il Palazzetto diventa un caso giudiziario. Quattro ricorsi in un anno

Il Tar è chiamato a pronunciarsi il prossimo 12 gennaio. L’associazione Fiamma costretta ad impugnare anche l’affidamento alla Polisportiva


GIUGLIANO –  Sembra ormai diventata una telenovela l’affidamento del Palazzetto dello Sport. La struttura è infatti oggetto di una contesa giudiziaria che dura da un anno e il cui ultimo capitolo doveva arrivare lo scorso 3 dicembre, quando il Tar è stato chiamato a pronunciarsi sul provvedimento di esclusione dell’associazione sportiva Fiamma. Ma appena tre giorni prima dalla sentenza, il Comune di Giugliano, con una determina dirigenziale, ha affidato la struttura all’associazione Polisportiva Giugliano.

Una tempistica “sospetta“, che avrebbe potuto scoraggiare l’associazione in gara dall’impugnare l’ennesimo provvedimento, visto che  l’impugnativa costerà altri 2mila euro di spese procedurali. E invece il presidente dell’ente, di comune accordo con il suo avvocato, ha deciso di ricorrere anche contro la determina dirigenziale. Il nuovo pronunciamento del giudice amministrativo è previsto ora per il 12 gennaio. E chissà che questa volta la telenovela “Palazzetto dello Sport” non conosca finalmente la parola fine. Quello del 3 dicembre è il quarto ricorso in un anno, di cui due – al Tar e al Consiglio di Stato – hanno visto già vincitrice l’associazione sportiva Fiamma.