Giugliano, lavori alla Basile. I genitori incontrano il sindaco Poziello: si cerca una soluzione

Giugliano, lavori alla Basile. I genitori incontrano il sindaco Poziello: si cerca una soluzione

Individuate nove aule nella scuola delle suore di via sant’Anna, ma secondo alcune voci ci sarebbero classi con turni pomeridiani per un mese. Lunedì nuovo appuntamento

@Raffaele Silvestri

GIUGLIANO – Oggi pomeriggio una delegazione dei genitori degli studenti che frequentano centrale e succursale della scuola media intitolata a Giambattista Basile ha incontrato il sindaco Antonio Poziello per esprimere la propria preoccupazione riguardo le possibili turnazioni che interesseranno alcune classi in vista dei lavori di ristrutturazione.

Quante classi ed in che modo, però, non è ancora chiaro. Nodo del problema emerso dall’incontro – promosso dai consiglieri comunali Alfonso Sequino ed Anna Russo – è infatti proprio in un’evidente asimmetria informativa: stando a quanto comunicato al sindaco dalla ditta incaricata ai lavori, le classi fuori uso dovrebbero essere dodici; i genitori saliti al settimo piano del palazzo comunale, però, hanno avuto notizie diverse.

I lavori sono necessari poiché di tipo strutturale, c’è un finanziamento di un milione e 780mila euro a disposizione che altrimenti andrebbe perso, e il tempo necessario va oltre i classici due/tre mesi estivi. Per cui bisogna intervenire ora. La gestione commissariale non aveva individuato soluzioni, per cui l’amministrazione Poziello ha cercato aule libere al primo circolo – con l’ipotesi doppi turni – e successivamente all’istituto delle suore di santa Giovanna Antida, in via sant’Anna, dove il servizio scolastico si è interrotto l’estate scorsa. Ed è proprio qui che – non senza un lungo lavoro di diplomazia – sono state individuate nove aule adatte allo scopo.

Nove aule libere, quindi, per dodici classi: il conto sarebbe presto fatto, ovvero doppi turni che riguarderebbero solo in minima parte il calendario scolastico degli alunni della Basile. Ma gli avvisi che stanno raggiungendo i genitori parlano diversamente, paventando l’ipotesi di un mese intero consecutivo di turni pomeridiani. E quindi niente palestra, corsi extrascolastici, terapie mediche, lezioni di inglese o di musica, sport, tutte quelle attività che riempiono i pomeriggi dei ragazzi. Che invece sarebbero a casa di mattina, quando gran parte dei genitori è a lavoro e non può seguirli nello studio.

Una situazione che Poziello si è detto intenzionato a scongiurare, dando nuovamente appuntamento alla delegazione di genitori per lunedì pomeriggio e impegnandosi – nel contempo – a chiarire con dirigenza scolastica e ditta esecutrice per trovare una soluzione di buon senso che permetta lo svolgimento di lavori necessari arrecando il minor disagio possibile alle tante famiglie che hanno i figli iscritti alla Giambattista Basile.