Giugliano, Pianese (Ascom-Confcommercio): “L’incontro al Comune lascia l’amaro in bocca”

Giugliano, Pianese (Ascom-Confcommercio): “L’incontro al Comune lascia l’amaro in bocca”

Resta un po’ di malumore tra i commercianti dopo la riunione con l’amministrazione. “Non basta organizzare eventi dedicati al cibo e le


Resta un po’ di malumore tra i commercianti dopo la riunione con l’amministrazione. “Non basta organizzare eventi dedicati al cibo e le associazioni non devono fare politica”

GIUGLIANO – “Soddisfatti solo a metà, l’incontro lascia l’amaro in bocca”. Andrea Pianese, presidente di Ascom-Confcommercio Giugliano, commenta così il summit avvenuto nel pomeriggio di ieri tra le associazioni dei commercianti e l’amministrazione comunale.

Un tavolo di confronto organizzato dopo che alcuni esercenti del Corso Campano avevano annunciato l’intenzione di abbassare le serrande in segno dei protesta. Al centro del dibattito c’erano i lavori Piu Europa, l’isola pedonale ed il rilancio delle attività commerciali in generale. Alla fine delle riunione però non tutti sono rimasti contenti, nonostante la promessa di rimodulare la zona a traffico limitato dopo le festività e l’annuncio che i lavori al Corso Campano dovrebbero terminare in anticipo sabato 5 dicembre.

“Siamo ancora fermi alle buone idee, – afferma Pianese – manca ancora un progetto concreto nel breve termine. Molti punti sono rimasti invariati ieri. La priorità al momento è quella di attirare investitori ma non si vedono ancora interventi efficaci per sicurezza, viabilità, piano parcheggi ed un migliore impiego della Polizia Municipale. C’è anche un ritardo per il Natale, le luminarie partono solo il 13 dicembre quando in altri posti già si respira il clima di festa”.

Poi un’altra stoccata. “Alcune associazioni presenti al tavolo di ieri, inoltre, sono venute per fare politica invece di rappresentare la categoria. Questo non deve più accadere, – sottolinea ancora il rappresentante locale di Ascom-Confcommercio – dobbiamo pensare solo a rilanciare il nostro settore che è in sofferenza”.

“Vanno bene gli eventi dedicati al cibo ma da soli non bastano, – continua Pianese – si devono organizzare anche appuntamenti dedicati alla cultura ed allo sport. Altro aspetto da migliorare è quello della comunicazione. L’amministrazione deve annunciare i cambiamenti attraverso comunicazioni ufficiali e non su facebook, così si crea confusione”.

“Insomma – conclude – capiamo che l’amministrazione si è insediata da poco ed i problemi vanno avanti da anni ma adesso è arrivato il momento di trovare soluzioni senza usare le solite scuse”.