Immatricolare auto in Bulgaria per risparmiare sull’RCA, la denuncia di Luca Abete

Immatricolare auto in Bulgaria per risparmiare sull’RCA, la denuncia di Luca Abete

Con questo sistema si risparmiano 1300 euro il primo anno e 200 negli anni successivi


NAPOLI –  Immatricolare auto in Bulgaria per risparmiare sull’RCA. Nel servizio andato in onda ieri sera l’inviato Luca Abete di Striscia la Notizia ha denunciato una situazione ambigua che riguarda da vicino le immatricolazioni delle auto italiane nei paesi stranieri, per la precisione la Bulgaria.

Nelle immagini andate in onda è stata evidenziata la procedura che porta sempre più italiani a rivolgersi a intermediari che permettono di risparmiare notevolmente immatricolando le auto all’estero. In giro per Napoli è infatti possibile trovare un cartello che assicura: “Immatricolazioni auto e moto Bulgaria. Assicurazioni bassi costi”.

L’intermediario intercettato a Napoli si occupa, per una cifra bassa, di portare l’auto in Bulgaria, immatricolarla nel paese, mettere la targa bulgara e in questo modo sfuggire alle tasse a al caro assicurazione. Tutto questo ha un costo, stando all’intermediario intervistato, di 1300 euro al primo anno, e di una cifra intorno ai 200 euro durante gli anni successivi. L’intermediario, intervistato da Luca Abete, conferma la procedura che viene effettuata dal 2008, senza problemi.

In realtà l’intervistato, oltre a sottolineare come le auto provengano da tutta Europa, conferma il grande risparmio per tutti coloro che ogni anno decidono di immatricolare l’auto in Bulgaria. La tutela e le garanzie legali, assicura l’uomo, sono le stesse, ma la procedura “è lecita, ma non è del tutto lecita”, in quanto l’intervistato non ha un ufficio in cui svolgere queste pratiche nel nostro paese, ma in ogni caso viene realizzata, perché in un certo senso sfrutta “una falla” nel nostro sistema di assicurazioni.

 Il video si conclude con le testimonianze di molti napoletani che avendo l’auto immatricolata in Italia pagano dai 1200 ai 1500 euro l’anno.

Questo il commento di Luca Abete sulla sua pagina facebook: “L’RCA costa troppo? Diventan tutti BULGARI! Un cartello per strada prometteva prezzi stracciatissimi per le assicurazioni AUTO e noi siamo andati a capire come funziona il SISTEMA delle ASSICURAZIONI ESTERE.
Un metodo ai limiti della legalità, decisamente conveniente e sempre più diffuso che approfitta di una “distrazione” dello STATO ITALIANO molto ATTENTO però quando deve TARTASSARE gli automobilisti del nostro Paese!

GUARDA IL VIDEO:

SERVIZIO DI LUCA ABETE SU AUTO IMMATRICOLATE IN BULGARIA