Marano, il Comune dimentica di accendere i riscaldamenti nelle scuole: studenti al freddo

Marano, il Comune dimentica di accendere i riscaldamenti nelle scuole: studenti al freddo

Il consigliere Tagliaferri: “L’amministrazione valuti seriamente di andarsene a casa” MARANO – Brutta sorpresa questa mattina per gli alunni delle scuole elementari e


Il consigliere Tagliaferri: “L’amministrazione valuti seriamente di andarsene a casa”

MARANO – Brutta sorpresa questa mattina per gli alunni delle scuole elementari e medie del territorio.

Al loro arrivo in classe bambini e ragazzi hanno trovato, infatti, i riscaldamenti spenti e l’acqua calda assente e sono stati quindi costretti a fare lezione in aule gelate. Per legge, lo ricordiamo, i riscaldamenti devono essere accesi entro il 1 dicembre e talvolta anche prima.

Legge che però sembra non valere per la città di Marano, dove il Comune non ha ancora inviato i tecnici per l’apposito collaudo delle caldaie lasciando così gli studenti al freddo.

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere d’opposizione Marco Tagliaferri: “Questa volta l’amministrazione non si ricorda che per il primo dicembre i termosifoni delle scuole vanno accesi, ed in alcuni casi anche prima. Perché le verifiche, che solo ora sono incorso, non le avete fatte prima?L’inverno non arriva a sorpresa. Almeno su qualcosa cercate di arrivare primi e valutate seriamente un vostro ritorno a casa, così potremmo dire : E vissero felici e contenti… Noi chiaramente”

Soltanto nella tarda mattina in alcuni plessi i riscaldamenti sono stati finalmente accesi, gli altri istituti dovranno soffrire il freddo ancora per qualche giorno.