“Mattone selvaggio”, a gennaio la sentenza di appello

“Mattone selvaggio”, a gennaio la sentenza di appello

Stamani le ultime arringhe degli avvocati


GIUGLIANO – “Mattone Selvaggio”, l’udienza è fissata per il 19 gennaio 2016 innanzi alla settima sezione della Corte di Appello di Napoli e dopo circa otto anni si dovrebbe concludere il processo che vede imputati ex vigili urbani, imprenditori ed ex dipendenti del Comune di Giugliano, accusati a vario titolo di associazione a delinquere, concussione, corruzione e falso in atto pubblico. Si tratta di 23 dei 39 arrestati nel blitz del 2008, altri 16 hanno scelto la formula del rito abbreviato e sono stati già condannati in Cassazione.

Infatti dopo le ultime arringhe degli avvocati che si dovevano tenere stamani (il processo è stato rinviato per diversa composizione del collegio), a gennaio la Corte dovrebbe emettere la sentenza di appello.

Al momento oltre alla requisitoria del procuratore generale hanno già discusso gli avvocati Maria Rosaria Maisto, Pasquale Pianese, Antonio Russo, Giuseppe Fusco, Michele Cerabona ed Antonio Dell’Aquila. Tante le questioni sollevate dalle difese da minare grandemente la sentenza di condanna.

Il Procuratore Generale della Corte D’Appello ha già disposto di non procedere per prescrizione relativamente alla posizione di diversi imputati. Dovrebbe arrivare anche l’assoluzione della fattispecie del reato associativo per gli ex agenti della Municipale. Le pene richieste dal pm dovrebbero risultare dimezzate. Si va dai 2 ai 5 anni di reclusione.