Mena Morlando, 35 anni dopo il ricordo della vittima innocente della camorra

Mena Morlando, 35 anni dopo il ricordo della vittima innocente della camorra

Oggi a Giugliano ci sarà una celebrazione sul luogo della triste vicenda


GIUGLIANO – Cade oggi il 35esimo anniversario della morte di Mena Morlando, vittima innocente della camorra. Era infatti il 17 dicembre 1980, immediato post-terremoto, quando la 25enne finì sotto i colpi della criminalità organizzata mentre ritornava a casa in via Monte Sion, nel centro storico giuglianese.

La storia. L’obiettivo dei sicari era Francesco Bidognetti, detto “Cicciott’ ‘e mezzanotte”, poi diventato uno dei capi più potenti del clan dei Casalesi. La giovane insegnante durante il conflitto a fuoco fu colpita da un proiettile alla testa.  Mena apparteneva ad una tranquilla famiglia di impiegati e si trovò senza alcun motivo coinvolta nella sanguinosa faida tra la Nuova Famiglia e la Nuova camorra organizzata di Raffaele Cutolo, una guerra tra clan che negli anni ’80 provocò oltre mille morti tra Napoli e provincia.

Il ricordo. Ora a lei è dedicato il presidio locale dell’associazione antimafia “Libera” e negli ultimi anni, dopo un periodo di oblio, sono state diverse le iniziative in suo onore. Oggi alle ore 17:30, presso la parrocchia di Sant’Anna a Giugliano, si svolgerà una commemorazione. Dopo la messa la vittima innocente della camorra sarà ricordata anche sul luogo dove avvenne l’uccisione e dove si trova anche una lapide: “La mano sporca criminale, distruttiva e bestiale della camorra ha cancellato il tuo sorriso e i tuoi sogni strappando la tua giovane vita a chi ti amava. L’indifferenza umana e l’omertà ti hanno fatto precipitare nell’oscuro oblìo delle coscienze ma tu sei tornata a vivere nel segno della Giustizia. Ora sono tanti gli occhi per guardare, le orecchie per sentire, le voci per parlare. Ora che il tuo sorriso è diventato nostro e i tuoi sogni vivono in tutti noi la camorra non ha futuro. Per sempre nel ricordo della tua famiglia e chi ti porta nel cuore a Mena Morlando vittima innocente della camorra la famiglia e i ragazzi di ‘Contro le mafie‘ posero”.