Operazione dei carabinieri nella movida: scattano denunce, multe e sequestri

Operazione dei carabinieri nella movida: scattano denunce, multe e sequestri

Scoperti parcheggiatori abusivi, giovani assuntori di stupefacenti e soggetti che violavano gli obblighi di carcerazione. Diversi i mezzi sequestrati


NAPOLI – I carabinieri della compagnia centro insieme a colleghi del nucleo radiomobile di Napoli, del reggimento “Campania” e del battaglione “Puglia” hanno effettuato servizi predisposti per contrastare fenomeni d’illegalità diffusa e sottoporre e controlli pregiudicati o soggetti d’interesse operativo, sottoposti a misure alternative alla detenzione o a misure di prevenzione o sicurezza.
Nel corso delle verifiche sono stati denunciati 2 soggetti che avevano violato gli obblighi della carcerazione in casa e 2 sorvegliati speciali che non stavano rispettando le prescrizioni della misura di prevenzione. Tra i denunciati per violazioni agli arresti, un 39enne del centro storico giudicabile per reati in materia di droga che aveva in casa 6 involucri contenenti 10 grammi di cocaina, 47 confezioni di marijuana (42 grammi) e un bilancino di precisione. L’uomo, che non era in casa, è stato denunciato per evasione e per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.
Durante i controlli dei carabinieri alla circolazione stradale sono state denunciate 8 persone che circolavano in mezzo al traffico caotico della movida guidando auto o moto senza aver conseguito la patente e multati 15 soggetti senza assicurazione (i loro mezzi sono stati sequestrati).
12 persone in sella a mezzi a due ruote non calzano il casco protettivo (i loro scooter sono stati sottoposti a fermo). 4 giovani sono stati segnalati al Prefetto quali assuntori di stupefacenti perchè trovati in possesso di modiche quantita’ di marijuana e hashish detenute per uso personale.

Nelle zone più frequentate della movida di Chiaia, nei pressi del lungomare liberato e intorno a via Toledo sono stati scoperti, identificati e multati 20 soggetti dediti abusivamente alla professione di parcheggiatore guardamacchine. A questi sono stati complessivamente sequestrati 100 euro in monete e banconote di piccolo taglio.