Questione rom, Arzillo: “Giugliano non diventerà la nuova Zingaropoli. Poziello incapace”

Questione rom, Arzillo: “Giugliano non diventerà la nuova Zingaropoli. Poziello incapace”

Arriva il duro commento del segretario cittadino de La Destra: “Aiuteremo le famiglie giuglianesi che attendono un alloggio popolare ad occupare i nuovi moduli abitativi”


GIUGLIANO – Ennesimo degrado per il territorio di Giugliano, il nuovo campo rom è la conferma della volontà da parte di certa sinistra di uccidere la nostra comunità, a tal proposito dichiara Arzillo Antonio il responsabile de La Destra: “Premesso che destinare circa un milione di euro per il secondo villaggio per i rom sul nostro territorio, quando esiste un’emergenza abitativa latente è una vera follia, il sindaco Poziello si rende conto di quante giovani coppie cercano di trovare alloggi per mettere famiglie dovendo rinunciare per i costi esorbitanti, invece di richiedere fondi per ristrutturare l’immenso patrimonio immobiliare sequestrato da destinare ai giovani giuglianesi preferisce i moduli abitativi per gli zingari, compresi di arredamento ed aria condizionata” continua il dirigente “ma la cosa gravissima resta la resa incondizionata di questa amministrazione, che non tutela i suoi concittadini, tutti sapevano che i rom di Masseria del pozzo dovevano andare su altri territori come d’accordi stipulati in passato con la Prefettura, all’atto della consegna dei precedenti 25 moduli abitativi per circa 250 persone, che tra l’altro invito a visitare per render conto dello stato attuale, impegno che molti degli attuali consiglieri già presenti nelle precedenti consiliature ricordano perchè hanno votato una delibera di consiglio all’unanimità che nessun altro insediamento Rom fosse consentito sul nostro territorio”.
“L’attuale sindaco, che era allora consigliere comunale – conclude Arzillo – con questa iniziativa non solo si smentisce ma dimostra tutta la sua incapacità nel fare il bene della città, ma questa volta non credo che in nessun modo consentiremo che tale “Zingarapoli” nasca, già nei prossimi giorni invieremo a casa delle circa 450 famiglie giuglianesi che sono in lista di attesa per un alloggio popolare di prepararsi ad occupare i moduli abitativi una volta consegnati con tutto il supporto che potremo dare”.
(comunicato stampa)
LEGGI ANCHE: