Telethon a Qualiano, sabato e domenica in piazza Rosselli per sostenere la ricerca

Telethon a Qualiano, sabato e domenica in piazza Rosselli per sostenere la ricerca

In vendita cuori di cioccolato della Caffarel. L’iniziativa voluta dal consigliere comunale Giuseppe Fertuso: “Diamo tutti una speranza di cure ai bambini e un sostegno a quei genitori che penano, ma che non si arrendono”


QUALIANO – Nel week-end c’è un appuntamento da non mancare, per sostenere la ricerca medica “con tutto il cuore”. Anche a Qualiano, sabato 18 dicembre dalle ore 16,00 alle 20,00 e domenica 19, dalle 9,30 alle 13,00, si terrà la manifestazione “Telethon Piazze” e sarà possibile acquistare una scatola di cioccolato da 210 grammi (fondente o al latte) prodotto apposta per la Fondazione Telethon da Caffarel, l’azienda torinese produttrice di ottimo cioccolato sin dal 1826. Sull’elegante confezione regalo  è esemplificativo il messaggio che si legge: “Io sostengo la ricerca con tutto il cuore”.

L’iniziativa si terrà in piazza Rosselli ed è stata possibile grazie all’impegno del consigliere comunale Giuseppe Fertuso: “Sono veramente felice di riportare questa manifestazione a Qualiano dopo due anni di assenza. Raccogliere fondi per Telethon vuol dire dare una speranza di cure a bambini, che soffrono di patologie rarissime nonché dare un sostegno a quei genitori che penano, ma che non si arrendono. Insieme a me in piazza ci sarà anche Armando Chianese, un volontario da sempre impegnato, per il sociale”.

A Qualiano l’iniziativa di solidarietà è stata sostenuta dalla scuola “Santa Chiara” e dalla Media “Di Giacomo”, che hanno collaborato alla vendita dei cuori di cioccolato nelle iniziative scolastiche natalizie.

Va detto che in tanti sostengono Telethon e la raccolta fondi, per la ricerca e che fino al 21 Dicembre sarà possibile donare 2 euro anche usando il numero solidale 45501. Parte di fondi raccolti saranno destinati anche al TIGEM (Telethon Institute of Genetics and Medicine), l’Istituto di Genetica e Medicina, guidato da Andrea Ballabio, che ha sede a Pozzuoli, nella ex fabbrica “Comprensorio Olivetti”. Il TIGEM, un fiore all’occhiello della nostra terra, ospita oltre 200 membri dello staff, tra cui 14 gruppi di ricerca dedicati alla comprensione dei complessi meccanismi molecolari genetici alla base di malattie rare. L’Istituto dispone di tre programmi di ricerca, biologia cellulare, terapia Molecolare e Biologia Systems; 10 servizi di base e significativo sostegno internazionale sotto forma di finanziamenti e opportunità di collaborazione. Inoltre, TIGEM riconosce che l’importanza della ricerca scientifica è nelle mani dei giovani scienziati, che si sforzano di aiutare gli altri con il loro lavoro. L’unico modo di aiutare i ricercatori è contribuire ai finanziamenti ed un gesto concreto lo si può fare in questo week-end acquistando un “cuore”.

“Sono sicuro che Qualiano, come sempre, farà la sua parte, perché conosco la generosità dei miei concittadini”, auspica il sindaco Ludovico De Luca.

COMUNICATO STAMPA