A Sant’Antimo l’iniziativa “Decido anche io”, progetto di democrazia partecipativa

A Sant’Antimo l’iniziativa “Decido anche io”, progetto di democrazia partecipativa

Il promotore è l’avvocato Angelo Perrino: “È giunta l’ora che tutti noi ci riappropriamo del potere di scegliere”


SANT’ANTIMO – In questi giorni i commercianti di Sant’Antimo stanno prendendo parte ad un vero e proprio esperimento di democrazia partecipata. I promotori dell’iniziativa “Io spendo a Sant’Antimo” hanno deciso di non sprecare le sinergie positive che si sono create nel territorio preferendo impegnarsi in prima persona per dare una scossa al commercio cittadino.

L’iniziativa non ha a che fare con alcun partito politico e nasce dalla volontà di decidere in maniera autonoma e collettiva i provvedimenti capaci di risollevare loro settore di riferimento, partendo dalle istanze e dalle necessità dei commercianti stessi. L’Avv. Angelo Perrino, promotore dell’iniziativa, sostiene che “è giunta l’ora che tutti noi ci riappropriamo del potere di scegliere, del diritto di incidere nelle scelte programmatiche del nostro paese. Credo in una democrazia partecipata. Penso, infatti, che i cittadini debbano partecipare alle scelte politiche del paese non solo nel periodo elettorale. Stiamo consegnando agli amici commercianti – direttamente presso i propri esercizi – un piccolo plico, al cui interno vi sarà un breve questionario. In tal modo, potremo tutti capire i problemi che vivono quotidianamente. Dopo aver raccolto i dati, procederò a realizzare una serie di petizioni popolari, nella maniera più condivisa possibile, che sintetizzeranno le istanze dei commercianti, le loro richieste, alle quali chiederemo, successivamente, di aderire. Perché solo uniti possiamo farcela, solo insieme possiamo cambiare le cose!”.

La nuova iniziativa oltre all’Avv. Perrino vede la collaborazione anche di Filippo Brunaccino, Giuseppe Sorbo, Antimo Petito ed Antonio Buonanno ed avrà anch’essa un riscontro social, su facebook infatti stanno già girando gli hashtag #insiemesipuò e #decidoancheio.

COMUNICATO STAMPA